le notizie che fanno testo, dal 2010

Veronica Capodieci dimessa: uscita con sue gambe aiutata da fratellino

Veronica Capodieci è stata dimessa e "sta bene, deve solo recuperare le forze e imparare a convivere con le cicatrici che le rimarranno addosso. Soprattutto quelle psicologiche", spiega il direttore del Centro Ustioni di Pisa.

Sono felici e commossi i medici e gli infermieri che a Pisa hanno avuto in cura Veronica Capodieci per circa 50 giorni, dopo che la giovane studentessa della Morvillo Falcone era stata operata d'urgenza a Lecce per le gravi ferite riportate a seguito dell'attentato ad opera di Giovanni Vantaggiato.
"Veronica è uscita con le sue gambe appoggiandosi al fratellino - spiega soddisfatto il medico - e possiamo dire che è perfettamente guarita dalle ustioni e che dopo le medicazioni e le cure fisioterapiche tornerà a fare una vita completamente normale".
Ora Veronica Capodieci passerà un periodo di tempo alle terme di Casciana, a partire dal 23 luglio, dove sarà sottoposta a cure fiosioterapiche e riabilitative, ma già le prime parole della ragazza una volta uscita dall'ospedale lasciano sperare che ora il percorso sarà un po' più in discesa.
"Che bello!" avrebbe detto infatti Veronica Capodieci una volta all'aperto.
Ora Veronica Capodieci, che per fortuna non ha riportato ferite al volto e anche quelle agli arti sono in via di guarigione, dovrà affrontare in particolare il trauma psicologico per quanto successo e per la morte dell'amica Melissa Bassi.
"Deve solo recuperare le forze e imparare a convivere con le cicatrici che le rimarranno addosso. Soprattutto quelle psicologiche - spiega infatti Antonio Di Lonardo, il direttore del Centro Ustioni di Pisa - ha rischiato di morire e subito un trauma gravissimo. Deve imparare a conviverci per poterlo superare completamente".
I medici comunque sono convinti della grande forza d'animo e del coraggio dimostrati in questi mesi da Veronica Capodieci, tanto che, raccontano, l'esclamazione di Veronica Capodieci dimostrerebbe proprio "la consapevolezza di questa giovane di fronte alla tragedia che ha vissuto".
"Nel reparto, dove è stata coccolata per quasi due mesi, stamani abbiamo fatto una piccola festa per salutarla perché ora che se ne è andata, è come se avessimo perso un pezzetto di noi", aggiungono poi i medici, spiegando che "giornate come questa restano impresse per tutta la vita, perché ci ripagano del lavoro difficile che facciamo quotidianamente", come precisa il direttore del Centro Ustioni di Pisa.
I medici spiegano infine che Veronica Capodieci, prima di lasciare l'ospedale, ha ringraziato tutti ma Di Lonardo ha concluso evidenziando che "il primo grazie va ai chirurghi che l'hanno operata subito dopo l'attentato e che le hanno regalato la speranza di vivere - rivelando - Veronica ci ha detto che presto andrà all'ospedale di Lecce per incontrare medici e infermieri che l'hanno salvata".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# attentato# Falcone# lavoro# Lecce# medici# Melissa# Pisa