le notizie che fanno testo, dal 2010

Scuola Rignano Flaminio: tutti assolti perché "il fatto non sussiste"

Assolti i 5 imputati (3 maestre, un bidello, un autore tv) accusati di violenze sessuali nei confronti dei bambini della scuola di Rignano Flaminio.

Tutti assolti i 5 imputati accusati di presunti abusi sessuali su 21 bambini dai 2 ai 5 anni che frequentavano la scuola "Olga Rovere" di Rignano Flaminio (Roma).
I giudici hanno assolto le tre maestre, una bidella e un autore televisivo, accusati di violenza sessuale di gruppo, maltrattamenti, corruzione di minore, sequestro di persona, atti osceni, sottrazione di persona incapace, perché "il fatto non sussite".
Forte la reazione dei genitori dei bambini, che hanno urlato contro la Corte durante la lettura della sentenza, e alcuni di questi avrebbe anche preso a calci la porta dell'aula del tribunale.
"Siamo molto amareggiati per questa sentenza, perché significa che i giudici non hanno dato credito alla vicenda. Leggeremo le motivazioni" spiega il difensore di due famiglie coinvolte nella vicenda, l'avvocato Pietro Nicotera.
Soddisfazione da parte di amici e famigliari degli imputati, che non erano presenti in aula, che commentano la sentenza con un "doveva finire così, sono tutti innocenti. Questa è giustizia".
"Non #siamo genitori che si sono divertiti ad affrontare questo procedimento e non #siamo stati suggestionati" aveva precisato solo questa mattina la mamma di uno dei bambini coinvolti, mentre il marito di una delle maestre aveva ricordato che "questa è una storia assurda, non c'è uno straccio di prova e niente che certifichi le violenze subite".
L'avvocato Franco Coppi, legale dell'autore televisivo coinvolto nella vicenda, afferma di non comprendere "la reazione dei genitori" che dovrebbero essere contenti di sapere che il fatto non sussiste".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: