le notizie che fanno testo, dal 2010

Quota 96: incontro si chiude con nulla di fatto. Ma disponibilità di Poletti

La riunione che è stata convocata ieri per discutere dei quota 96, quei lavoratori del comparto scuola che per colpa della legge Fornero non possono andare in pensione, si è conclusa ancora con un nulla di fatto. Tutto da ridiscutere in un futuro incontro, anche se da parte del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, si è registrata la disponibilità a risolvere definitivamente il problema dei quota 96.

La riunione che è stata convocata ieri per discutere dei quota 96, quei lavoratori del comparto scuola che per colpa della legge Fornero non possono andare in pensione, si è conclusa ancora con un nulla di fatto. L'incontro sui quota 96, che si è svolto presso il Ministero del Lavoro, a cui hanno partecipato anche rappresentanti delle commissioni parlamentari, del Ministero dell'Economia, della Ragioneria di Stato e dell'Inps, è terminato infatti con un nuovo rinvio sui provvedimenti da adottare. E questo nonostante lo stesso ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, abbia ammesso che la situzione dei quota 96 "è frutto di un errore legislativo" da affrontare "il prima possibile". Il presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano (PD), ha anticipato infatti che la questione di quota 96 sarà affrontata nuovamente in un successivo dibattito, pur ammettendo che nel corso della riunione si è registrata la disponibilità a risolvere definitivamente il problema da parte del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: