le notizie che fanno testo, dal 2010

Quota 96, Ghizzoni: a tavolo tecnico in molti ostacolano uso fondo esodati

Manuela Ghizzoni, deputata del PD, aggiorna sulle novità dei quota 96, quei lavoratori del comparto scuola che per colpa della legge Fornero non possono andare in pensione. La questione dei quota 96 sarà sul tavolo tecnico del ministro Giuliano Poletti ma la Ghizzoni avverte che ancora oggi prevale "la posizione di chi ostacola l'utilizzo di minima parte del fondo esodati per finalità estranee a quelle a sostegno degli esodati stessi".

Manuela Ghizzoni, deputata del PD e vicepresidente della Commissione Cultura Scienza e Istruzioni, conferma che al tavolo tecnico al quale siederanno esperti previdenziali del Ministero del Lavoro, Inps, Mef e componenti della commissione Lavoro, verranno discusse "tre questioni, per la loro minore complessità rispetto a quella, ben più onerosa, degli 'esodati': macchinisti, quota 96 e opzione donne". Manuela Ghizzoni si è sempre molto battuta per risolvere, in particolare, il problema dei quota 96, cioè quei lavoratori del comparto scuola che per colpa della legge Fornero non possono andare in pensione. La deputata del PD, pur sottolineando la buona notizia per il fatto che la questione dei quota 96 sarà sul tavolo del ministro Giuliano Poletti, sottolinea come "ancora oggi - nonostante la relazione del direttore Nori - prevalga la posizione di chi ostacola l’utilizzo di minima parte del fondo esodati per finalità estranee a quelle a sostegno degli esodati stessi". Ghizzoni ricorda infatti che "ad oggi pende ancora un parere negativo della RdS sottoscritto dal Mef sulla copertura individuata per la pdl 249 e un braccio di ferro in corso in Commissione Bilancio tra parlamento e governo", visto che i promotori della legge "propongono di utilizzare il fondo esodati per quota 96, perché anche i conteggi di Nori dimostrerebbero la disponibilità di risorse, mentre Inps e il Mef negano che si possa fare". La deputata democratica, infine, rende noto che la relatrice Incerti proporrà una modifica al testo unico per fare slittare il termine, già fissato a fine maggio, per la presentazione della domanda di pensionamento". E in tutto questo, osserva anche la Ghizzoni, il tempo passa, soprattutto per i quota 96.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: