le notizie che fanno testo, dal 2010

Piano assunzioni scuola 2015, Gae: domande immissione in ruolo entro 14 agosto

"È in piena attività la macchina per l'attuazione del piano straordinario di assunzioni approvato con la legge sulla Buona Scuola. Entro il 14 agosto 2015 gli iscritti nelle graduatorie ad esaurimento devono fare domanda per accedere alla immissione in ruolo", ricorda in una nota D'Ottavio, esponente del Partito Democratico .

Il 21 luglio è stato pubblicato il bando per l'iscrizione alla procedura nazionale del Piano straordinario di assunzioni previsto dalla legge Buona Scuola. Le domande vanno presentate fra le ore 9:00 del 28 luglio e le ore 14:00 del 14 agosto 2015 attraverso il sistema di Istanze on line del MIUR.
Nella fase A, la prima prevista dal Piano straordinario di assunzioni della riforma della scuola, saranno attribuiti i 10.849 posti vacanti e disponibili e quelli residui della cosiddetta fase 'zero', che si svolge con le vecchie regole per l'assunzione di 36.627 docenti.
I posti che ancora residueranno saranno attribuiti nella fase B, di carattere nazionale. La platea degli interessati è sempre quella delle Gae e delle graduatorie del concorso del 2012. Ma per partecipare a questa fase bisognerà aver presentato apposita domanda secondo il bando pubblicato oggi dal MIUR. I docenti che partecipano alla fase B potranno accettare o meno l'offerta ricevuta, ma chi rinuncia non sarà destinatario di ulteriori proposte di assunzione. Successivamente (fase C) si assegneranno i 55.258 posti del potenziamento, quelli che servono a rafforzare e ampliare l'offerta formativa. Anche in questo caso la procedura coinvolgerà gli iscritti nelle Gae e nelle graduatorie del concorso 2012 che hanno già presentato la domanda nella fase B per la procedura nazionale.

Umberto D'Ottavio, deputato PD in commissione Cultura, assicura che "è in piena attività la macchina per l'attuazione del piano straordinario di assunzioni approvato con la legge sulla Buona Scuola. - e ricorda - Entro il 14 agosto 2015 gli iscritti nelle graduatorie ad esaurimento devono fare domanda per accedere alla immissione in ruolo". L'esponente dem prosegue in una nota: "Gli Uffici provinciali e regionali del MIUR lavorano a pieno regime. Di straordinaria importanza è il lavoro che stanno facendo le Organizzazioni Sindacali che vedono riempirsi i loro uffici alla ricerca di informazioni e qualche rassicurazione da parte dei docenti precari. Non c'è dubbio che siamo di fronte ad una impresa molto complicata e che deve fare incontrare le rigide previsioni del Piano di assunzioni con le comprensibili esigenze dei docenti, a cominciare dalla conciliazione familiare. Credo che molti aspetti possano essere gestiti con l'uso del buon senso, ma è indispensabile che ci sia la più grande partecipazione alla fase di presentazione delle domande di immissione in ruolo. - concludendo - Da quel numero di adesioni si potrà capire meglio l'importanza della scelta politica di portare finalmente ad esaurimento quelle graduatorie e ridurre drasticamente il precariato."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: