le notizie che fanno testo, dal 2010

MIUR: uscite sedi prova scritta concorso scuola. Ok dizionario da casa

Il MIUR pubblica gli abbinamenti di sedi e date per ogni candidato che dovrà svolgere la prova scritta del concorso scuola. Tutti i candidati potranno portare da casa un dizionario della lingua italiana, mentre non sarà ammesso l'uso di calcolatrici di qualsiasi tipo, fatto salvo l'uso della calcolatrice scientifica per determinate classi di concorso.

Come anticipato, il MIUR ha pubblicato puntualmente gli elenchi con gli abbinamenti dei candidati alle sedi di esame per la prova scritta del concorso scuola, rimandando direttamente ai siti dei vari Uffici Scolastici Regionali. Ecco quindi, divisi per Regione, dove è possibile scaricare l'elenco degli abbinamenti dei candidati che dovranno sostenere la prova scritta del concorso scuola alle rispettive sedi e date d'esame (al link):

- U.S.R. Abruzzo
- U.S.R. Basilicata
- U.S.R. Calabria
- U.S.R. Campania
- U.S.R. Emilia Romagna
- U.S.R. Friuli Venezia Giulia
- U.S.R. Lazio
- U.S.R. Liguria
- U.S.R. Lombardia
- U.S.R. Marche
- U.S.R. Molise
- U.S.R. Piemonte
- U.S.R. Puglia
- U.S.R. Sardegna
- U.S.R. Sicilia
- U.S.R. Toscana
- U.S.R. Umbria
- U.S.R. Veneto

Il MIUR ricorda che come previsto nel bando del concorso scuola "si è provveduto ad aggregare le procedure concorsuali relative agli ambiti 4 e 9 del Molise con quelle analoghe dell'Abruzzo, a causa del numero esiguo dei candidati". Per questo motivo ai candidati del Molise sono state assegnate le sedi programmate del capoluogo abruzzese, nelle quali dovranno svolgere la prova scritta del concorso docenti. In un avviso di pochi giorni fa, il MIUR precisava inoltre che le prove scritte "consisteranno in quesiti a risposta aperta (4 o 3 come precisato nell'Avviso che accompagna il calendario delle prove) e verteranno sui programmi disciplinari allegati al bando e sui contenuti trasversali indicati nelle Avvertenze generali (All. 3 al Bando), al fine di accertare il possesso dei requisiti culturali e professionali del candidato".

Al candidato che svolgerà la prova scritta verrà consegnato quindi un foglio di 4 facciate prestampate, ognuna per ciascun quesito, oltre a fogli bianchi "per eventuali brutte copie che però dovranno essere tenuti distinti dal foglio della prova e non inseriti nel plico da consegnare al termine della prova stessa", come precisa il MIUR. Tutti i candidati, senza differenza per le classi di concorso, potranno portare da casa un dizionario della lingua italiana mentre non sarà ammesso l'uso di calcolatrici di qualsiasi tipo, fatto salvo l'uso della calcolatrice scientifica nelle classi di concorso previste nell'Allegato 3 del bando.

Inoltre, il MIUR precisa che per la prova della classe di concorso A019 sarà consentito l'uso di codici e testi di legge non commentati e non annotati. Per le prove delle cassi di concorso A017, A020, A033, A034, A038, A047, A059, A060, C430 sarà consentito l'uso di riga, squadra, gomma, matita, compasso. Per le prove delle classi di concorso A245, A246, A345, A346, e per la prova scritta per la scuola primaria, sarà consentito l'uso del dizionario monolingue non enciclopedico. Per la prova della classe di concorso A051, sarà consentito l'uso del dizionario bilingue italiano/latino.

Il tempo a disposizione per la prova scritta del concorso scuola sarà di due ore e trenta minuti per quella composta da 4 domande e di due ore per quella composta da tre domande. Ad ogni quesito verrà attribuito dalla Commissione un punteggio intero da zero a dieci. La votazione complessiva della prova sarà data dalla somma delle votazioni attribuite a ciascun quesito. Supereranno la prova scritta tutti quei candidati che otterranno una votazione minima pari a 28 su 40 nel caso di prove da quattro quesiti, e a 21 su 30 nel caso di prove composte da tre quesiti, a cui in quest'ultimo caso si aggiungerà poi il voto della prova tecnico-pratica, che non potrà essere inferiore a 7 su 10 punti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: