le notizie che fanno testo, dal 2010

MIUR: sedi, sessioni e simulatore concorso scuola 2012. Le regole

Il MIUR ha pubblicato le sedi delle sessioni e dei candidati alla prova preselettiva del concorso scuola (che si svolgerà il 17 e 18 dicembre 2012), divisi per Regione. Il MIUR pubblica anche l'Esercitatore dei test online, analogo a quello che verrà utilizzato il giorno dell'esame. Ecco le regole, come da bando.

Come previsto nel bando del concorso scuola 2012, il MIUR, sito del Ministero dell'Istruzione, pubblica l'elenco delle sedi delle sessioni e dei candidati alla prova preselettiva, divisi per Regione. Come si presisa nel bando del concorso insegnanti, che assegnerà 11.542 posti e cattedre di personale docente negli anni scolastici 2013-2014 e 2014-2015, la pubblicazione sul sito del MIUR dell'elenco delle sedi delle sessioni e dei candidati ai test di preselezione "ha valore di notifica a tutti gli effetti". Naturalmente, solo i candidati che riceveranno comunicazione di esclusione dal concorso scuola non potranno presentarsi alla prova preselettiva, che si svolgerà tra il 17 e il 18 dicembre 2012 ( tranne probabilmente quelli che hanno ottenuto la sospensiva del TAR dopo aver fatto ricorso su determinati requisiti d'ammissione, come la non abilitazione e l'aver ottenuto una laurea negli ultimi 10 anni). Tutti gli altri candidati dovranno invece presentarsi, nella sede, nel giorno e nell'orario indicato nell'elenco delle sessioni pubblicate sul MIUR, a sostenere la prova di preselezione muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità e del codice fiscale.

Come da bando, si avvisa che i candidati che non si dovessero presentare il giorno dell'esame alla prova preselettiva, anche se giustificata ed a qualsiasi causa dovuta, saranno automaticamente esclusi dal concorso scuola. In altre parole, il candidato non può cambiare giorno, sede od orario dei test di preselezione. Solo se per "cause di forza maggiore sopravvenute, non sia possibile l'espletamento di una o più sessioni della prova preselettiva nelle giornate programmate" allora ne verrà stabilito "il rinvio con comunicazione, anche in forma orale, ai candidati presenti". Durante lo svolgimento della prova preselettiva del concorso scuola 2012, sarà vietato per i candidati "introdurre nella sede di esame carta da scrivere, appunti manoscritti, libri, dizionari, testi di legge, pubblicazioni, strumenti di calcolo, telefoni portatili e strumenti idonei alla memorizzazione o alla trasmissione di dati, né possono comunicare tra loro".

LE REGOLE DELLA PROVA PRESELETTIVA DEL CONCORSO INSEGNANTI
Tutti i candidati, per poter accedere alla prima prova scritta, devono superare lo "scoglio" di un prova di preselezione computer-based, unica per tutti i posti e le classi di concorso e per tutto il territorio nazionale, che servirà per accertare le capacità logiche, di comprensione del testo, le competenze digitali e le competenze linguistiche (il candidato potrà scegliere tra inglese, francese, tedesco e spagnolo). Il giorno fissato per i test di preselezione, il candidato, nelle sedi e negli orari indicati dal MIUR, accederà alla postazione informatica tramite un codice di identificazione personale che sarà fornito il giorno della prova. Il software informatico che verrà utilizzato in sede d'esame sarà "analogo" al simulatore pubblicato sul MIUR, che permette ai candidati di poter fare delle esercitazioni online del tutto corrispondenti al test preselettivo che si troverà di fronte il giorno della prova.

Questo simulatore, analogo a quello utilizzato il 17 e il 18 dicembre per la prova preselettiva, mette infatti a disposizione 70 moduli di verifica composti da 50 test, che coprono l'intero archivio domande (in tutto 3.500). Il giorno della prova preselettiva, infatti, il candidato si troverà di fronte un test composto da 50 domande a risposta multipla estratte da questo stesso archivio (quindi, più muduli di verifica si fanno, più si ha la possibilità di conoscere i quesiti che verranno proposti in sede d'esame). Il simulatore, od Esercitatore online come lo chiama il MIUR, (esattamente come il test preselettivo) prevede quindi una verifica composta da
- 18 domande di capacità logiche;
- 18 domande di capacità di comprensione del testo;
- 7 domande di competenze digitali;
- 7 domande di conoscenza della lingua straniera.

La risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data vale 0 punti e la risposta errata vale -0,5 punti. Questo è lo stesso punteggio che si applicherà anche nella prova preselettiva il giorno dell'esame.

Con l'esercitatore online del MIUR il candidato potrà ripetere il modulo di verifica più di una volta, ma ogni volta che si effettuerà la stessa prova le domande e le risposte saranno proposte in ordine casuale. L'esercitazione online, così come la prova preselettiva vera e propria, si concluderà dopo 50 minuti, mentre solo per l'esercitazione online il candidato potrà concludere il test prima dello scadere dei 50 minuti se si avrà risposto a tutte le domande. Il giorno dell'esame della prova preselettiva, invece, il candidato avrà 50 minuti per svolgere i 50 test, al termine dei quali il sistema informatico interrompe la procedura ed acquisisce definitivamente le risposte fornite dal candidato fino a quel momento. Il giorno della prova, naturalmente, il candidato potrà "tornare indietro" e correggere le risposte già date, fino al tempo massimo dell'acquisizione definitiva. Il giorno dell'esame, il risultato della prova di preselezione sarà immediatamente visualizzato sulla postazione del candidato, e saranno ammessi alla prova scritta i candidati che hanno conseguito un punteggio non inferiore a 35 su 50.

Se il candidato non supererà la prova, verrà escluso dal prosieguo della procedura concorsuale, ma si specifica che il punteggio ottenuto nel test preselettivo non concorrerà alla formazione del voto finale nella graduatoria di merito. Per rendere invece un po' più complicato "imparare a memoria" le risposte corrette, il MIUR ha previsto che il simulatore non fornirà la "soluzione giusta" della domanda affrontata, ma solo il punteggio totale ottenuto nella verifica. Se si vorrà conoscere la risposta, quindi, bisognerà studiare.
D'altronde, l'obiettivo del concorso scuola 2012 è quello di scegliere gli insegnanti migliori di tutta Italia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: