le notizie che fanno testo, dal 2010

MIUR "dilettante", e chi non supera prova preselettiva può ricorrere

Il MIUR si dimostra "dilettante" nella gestione della prova preselettiva del concorso scuola 2012, afferma l'Anief, ricordando a tutti i candidati che chi non supererà i test di preselezione avrà la possibilità di ricorrere al Tar del Lazio.

"Quanto sta accadendo dimostra ancora una volta il dilettantismo del MIUR nella gestione di questa prova concorsuale" afferma in una nota Marcello Pacifico, presidente dell'Anief, commentando l'avviso pubblicato ieri sul sito del MIUR che consiglia a tutti i candidati di controllare, fino all'ultimo, il calendario dove sono elencate le sedi e gli orari della prova preselettiva del concorso scuola, perché questo potrebbe subire delle variazioni. Ma non solo. L'Anief denuncia il fatto che il MIUR "si ostina" a non pubblicare le risposte esatte dei quesiti presenti nell'Esercitatore della prova preselettiva, nonostante ci sino state varie segnalazioni "di possibili errori" all'interno delle domande. "Tutto questo non fa altro che confermare i tanti dubbi che il nostro sindacato evidenzia da diverse settimane su questo concorso scuola" continua il presidente dell'Anief che ricorda a tutti i candidati che sarà possibile ricorrere se non si riuscirà a superare la prova preselettiva.

Il sindacato sottolinea infatti che lo stabilire da parte del MIUR come soglia di punteggio valida per superare la prova preselettiva quella di 35 su 50 è "alquanto discrezionale" visto che la legge prevede che il punteggio minimo da conseguire per il passaggio da una prova all'altra deve essere esprimibile in un "voto di 6 su 10 che nel caso de quo rimanda al punteggio di 30 su 50". L'Anief sottolinea quindi come il MIUR abbia rispettato sia il punteggio totale riservato ai titoli (20) sia il punteggio minimo da conseguire alle prove scritte ed orali (28 su 40), mentre ha discrezionalmente alzato il punteggio per superare la prova preselettiva del concorso scuola. Per questo motivo, il sindacato ricorda a tutti i candidati che non supereranno la prova preselettiva ma che otterranno un punteggio che va dai 30 ai 34 punti che sarà per loro possibile ricorrere al Tar del Lazio, con la speranza di essere ammessi, almeno con riserva, alle prove scritte e orali che si svolgeranno tra il mese di gennaio e febbraio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# calendario# concorso scuola# Lazio# MIUR# Tar