le notizie che fanno testo, dal 2010

MIUR: dal prossimo concorso scuola candidati salteranno un turno?

Il MIUR ha promesso che, eliminando le graduatorie, verrà indetto un bando di concorso scuola ogni due anni. Ma dal prossimo concorso a cattedre in poi i candidati che non sono riusciti ad ottenere il posto rischiano di dover saltare almeno "un turno".

Dopo l'annuncio dell'uscita di questo concorso scuola, le cui prove preselettive sono state fissate per il 17 e 18 dicembre 2012, il MIUR ha anticipato che ogni due anni sarà indetto un nuovo concorso a cattedre. Il prossimo bando in realtà, stando alle previsioni del MIUR, dovrebbe uscire già nel maggio 2013, per l'assegnazione di circa 5mila posti nelle scuole statali di ogni di ogni ordine e grado. Successivamente, il MIUR promette che ogni due anni uscirà un nuovo concorso scuola, visto che il ministro Francesco Profumo ha precisato che non esisteranno più graduatorie. Una bella opportunità, quindi, per tutti quei candidati che non riusciranno a superare le prove del concorso insegnanti, perché avranno la possibilità, magari specializzandosi ulteriormente, di riprovarci al massimo dopo due anni. Ed invece no. Nelle intenzioni del MIUR, infatti, sembra esserci quella di far saltare almeno "un turno" ai candidati che non sono riusciti a passare nel concorso precedente. Circola infatti in Rete la bozza del decreto sui futuri concorsi a cattedre inviata dal MIUR al CNPI (Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione) dove, all'articolo 3, si precisa che "il mancato superamento di una procedura concorsuale non consente la partecipazione a quella indetta nel biennio successivo per lo stesso posto o classe di concorso". Un impedimento di fatto, per un candidato, ad iscriversi al concorso scuola successivo visto che difficilmente un aspirante insegnante di greco ha i requisiti per fare, per esempio, il professore di educazione fisica, o viceversa. Tale provvedimento, non ancora in vigore, non varrà comunque per i candidati che si accingono a superare le prove di questo concorso scuola per l'assegnazione di circa 11mila cattedre. I candidati che non supereranno queste selezioni, infatti, potranno iscriversi al concorso previsto per maggio 2013. Dopodiché, se tale articolo verrà approvato (il MIUR ha chiesto al CNPI di esprimere il proprio parere entro il 20 dicembre 2012), la maggior parte dei candidati dovranno attendere almeno 4 anni prima di poter aspirare ad un posto di ruolo in una scuola statale.

Leggi anche: MIUR notifica: calendario prova preselettiva a rischio variazioni

Leggi anche: MIUR sfidato: il 13 dicembre sarà Profumo a rispondere al quizzone

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: