le notizie che fanno testo, dal 2010

Giovanni Vantaggiato: non c'è il movente. Forse non è l'uomo del video

Sarebbe Giovanni Vantaggiato l'autore dell'attentato alla scuola di Brindisi. L'uomo, 68 di Copertino (Lecce) ha confessato , ma non avrebbe fornito nessun movente. Forse non è neanche l'uomo del video.

Giovanni Vantaggiato "ha confessato" di aver piazzato una bomba, costruita tramite 3 bombole di gas, davanti alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi.
A riferirlo, questa notte, il procuratore della DDA di Lecce Cataldo Motta, spiegando che l'uomo "ha ammesso la sua partecipazione" all'attentato dopo 10 ore di interrogatorio, pare senza avvocato perché ascoltato come persona informata sui fatti.
Giovanni Vantaggiato, di Copertino (Lecce), è un uomo di 68 anni sposato con due figlie, imprenditore e da circa vent'anni nel campo della vendita di gasolio.
Ecco spiegato forse il perché siano state utilizzate proprio delle bombole di gas per l'ordigno esploso davanti alla scuola di Brindisi, dove ha perso la vita Melissa Bassi, e ferito gravemente altre 5 ragazze, tra cui Veronica Capodieci, attualmente al terzo intervento chirurgico. Giovanni Vantaggiato, però, non avrebbe fornito spiegazioni sul perché del gesto. Nessun movente, quindi, finora.
"Per quanto riguarda il resto non è convicente" ammette il procuratore capo di Lecce Cataldo Motta.
Indiscrezioni vorrebbero che Giovanni Vantaggiato volesse colpire il Tribunale di Brindisi, e non la scuola Morvillo Falcone . Ma allora, perché piazzare la bomba che ha ucciso una giovane studentessa a 200 metri di distanza dall'obiettivo? Si ipotizza anche, invece, che sotto la bomba doveva finire il preside della scuola Angelo Rampino, che però ha smentito di "avere nemici, soprattutto tra titolari di pompe della benzina".
Ma è giallo anche su un altro punto.
Il procuratore capo della Direzione Distrettuale Antimafia rivela anche che Giovanni Vantaggiato potrebbe non essere l'uomo immortalato nel video, quello ripreso dalle telecamere della zona mentre starebbe azionando l'innesco della rudimentale bomba, che sarebbe esplosa di lì a poco.
"Non si può dire se è l'uomo del video ma fisicamente può essere compatibile", spiega Cataldo Motta.
Anche se Giovanni Vantaggiato è attualmente in stato di fermo, trasferito nel carcere di borgo San Nicola, molti interrogativi sembrano rimanere riguardo l'attentato alla scuola di Brindisi, soprattutto sul perché ad essere colpiti sono stati degli studenti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: