le notizie che fanno testo, dal 2010

Forlì: toglie cellulare ad alunno con foto hard, mamma l'accusa di furto

Il sindaco di Forlì Roberto Balzani commenta la notizia dell'insegnante accusata di furto dalla mamma di un alunno, perché aveva sequestrato il cellulare ad uno studente che stava guardando foto hard sul cellulare, avvertendo: "Sì, bisogna atterrare sul pianeta scuola. La nostra base è aggredita da un virus devastante".

"Succede a Forlì. Un'insegnante scopre un ragazzino delle medie che, durante la lezione, guarda immagini porno sul cellulare. Glielo sequestra e chiede che, a ritirarlo, sia un genitore. Un paio di giorni dopo si presenta la mamma. Con l'avvocato. E accusa l'insegnante di furto. E contesta pure il fatto: in fondo, le immagini non erano così scollacciate, l'attrice aveva pure un perizoma. Siamo a questo punto" racconta stupito su Facebook Roberto Balzani, il sindaco della cittadina emiliana. Balzani sottolinea quindi che "la 'giuridificazione dei rapporti sociali' sta raggiungendo il suo apice. L'apice del grottesco. - aggiungendo - Genitori che non accettano le punizioni inflitte ai figli forse perché non le hanno mai ricevute o forse perché non sanno leggere la realtà. Così, nella virtualità più assoluta, si consumano le nostre vite. Con i dirigenti scolastici assediati dagli avvocati (senza scrupoli), le insegnanti che si disperano, gli studenti che cercano di approfittare della falsa protezione dei genitori...". Il sindaco di Folì quindi conclude, lanciando l'allarme: "Sì, bisogna atterrare sul pianeta scuola. La nostra base è aggredita da un virus devastante".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: