le notizie che fanno testo, dal 2010

Flc Cgil: Renzi attui sentenza Corte Giustizia europea su precari scuola

Domenico Pantaleo, Segretario generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL, invita Matteo Renzi e il suo governo a "dare immediata attuazione alla sentenza della Corte Giustizia europea su precari scuola, stabilizzando tutti e non solo quelli iscritti nelle graduatorie ad esaurimento (GAE).

La Corte Giustizia Europea ha deciso che i precari della scuola con più di 36 mesi di servizio hanno diritto all’assunzione a tempo indeterminato. Come sottolinea in una nota Domenico Pantaleo, Segretario generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL, la sentenza della Corte di Giustizia europea "è destinata a fare da apripista e dare una speranza alle centinaia di migliaia di precari che da anni coprono posti vacanti facendo funzionare le scuole, gli enti di ricerca, le università e tutte le pubbliche amministrazioni", e lancia una stoccata al premier: "Matteo Renzi non può più sostenere che il sindacato difende i garantiti!". Pantaleo evidenzia: "Finalmente le ragioni dei precari - stabilità del lavoro e equa retribuzione - sostenute dalla FLC CGIL anche in migliaia di ricorsi sono state riconosciute alla luce del sole". Per questo motivo, la Cgil scuola invita il governo Renzi "a dare immediata attuazione alla sentenza stabilizzando tutti i precari e non solo quelli iscritti nelle graduatorie ad esaurimento. - aggiungendo - Ma non ci fermiamo qui. Stiamo chiedendo che nelle elezioni per il rinnovo delle RSU nel pubblico impiego del 3, 4 e 5 marzo 2015 ai precari venga riconosciuto il diritto a candidarsi e a votare. Nel rinnovo dei contratti nazionali rivendicheremo uguali retribuzioni e diritti tra lavoratori precari e a tempo indeterminato".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: