le notizie che fanno testo, dal 2010

Concorso scuola 2012: 27 novembre Esercitatore MIUR. Con mnemotecnica

Uscite le date per la prova preselettiva del concorso scuola (fissate per il 17 e 18 dicembre 2012). Il 27 novembre, invece, sul MIUR oltre alle sedi e alle sessioni d'esame, uscirà l'Esercitatore online per i test di preselezione. E anche se Profumo sembra voglia combattela, la mnemotecnica rimane sempre un valido aiuto per i candidati.

In Gazzetta Ufficiale sono uscite le date della prova preselettiva del concorso scuola 2012, cioè quei test che serviranno, nell'intenzione del Ministero dell'Istruzione, a "scremare" gli oltre 300mila candidati, visto che il MIUR ha messo a bando poco più di 11mila cattedre da dividersi in due anni scolastici (2013-2014 e 2014-2015). Le date dei test di preselezione del concorso scuola sono state quindi fissate per il 17 e 18 dicembre 2012 , mentre il 27 novembre verranno pubblicate le sedi e le sessioni d'esame per i candidati iscritti. Sempre il 27 novembre 2012, inoltre, il MIUR metterà a disposizione sul proprio sito un vero e proprio Esercitatore online per i test della prova preselettiva. Il MIUR pubblicherà infatti tutte le 3.500 domande da cui verranno estratti i 50 quiz che il candidato si troverà di fronte il giorno della prova. Un po' come succede per l'esame della Patente Europea, ma ormai anche all'Università, ogni candidato, naturalmente, avrà davanti 50 domande diverse (sia come contenuto che come disposizione) dal vicino, perché estratte dal computer randomicamente.

Il candidato del concorso scuola, infatti, il giorno della prova preselettiva si troverà di fronte un computer, ed avrà a disposizione 50 minuti per rispondere esattamente alle 50 domande. Passeranno alla fase successiva, e cioè alla prova scritta, i candidati che otterranno come punteggio almeno 35 su 50. Basterà quindi svolgere tutti i 3.500 quiz dell'Esercitatore online per avere maggiori possibilità di superare la prova preselettiva? Il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo lascia intendere che stavolta la mnemotecnica non servirà a molto per gli aspiranti docenti, perché invece di pubblicare un unico pdf con tutte le domande e le relative risposte, il MIUR stavolta ha messo a punto un software dove il candidato, accedendo dopo aver inserito il proprio codice fiscale, si troverà di fronte 70 sessioni composte da 50 domande (che fanno appunto 3.500 quiz). A rendere tutto più difficile, il fatto che il computer, dopo ogni sessione (che il candidato potrà ripetere anche più di una volta), fornirà solamente il punteggio ottenuto, e non le risposte corrette. In altre parole, il candidato o andrà a studiarsi la risposta giusta oppure tenterà di azzeccarla (per dirla dipietrescamente) ripetendo molte volte la domanda o la sessione.

Va da sè che le tecniche mnemoniche rimangono, anche per questo concorso scuola (come per ogni esame) e nonostante le intenzioni di Profumo, un valido aiuto per il candidato. In libreria, naturalmente, si possono trovare ottimi testi di apprendimento, ma anche su internet c'è ancora qualche manuale per cominciare ad apprendere i rudimenti della mnemotecnica. Cercando sul motore di ricerca, si trova per esempio una breve lezione di tecnica mnemonica, ma anche un sito dedicato ad un Corso di memotecniche, dove il curatore Sergio Chiodo spiega alcuni "trucchetti" per memorizzare nomi e pensieri. In questa pagina web, invece, vengono racchiusi vari link di pdf sulle tecniche mnemoniche, tutte naturalmente da studiare. Anche Wikipedia offre qualche esempio di tecnica mnemonica, da metodo dei loci (cioè dei luoghi) alla conversione fonetica o alfanumerica.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: