le notizie che fanno testo, dal 2010

CdM: ok decreto su scatti di anzianità insegnanti. Non ci sarà retrocessione

Il Consiglio dei Ministri ha dato il proprio via libera al decreto sugli scatti di anzianità degli insegnanti e del personale della scuola, che non vedranno quindi trattenute in busta baga da 150 euro lordi mensili. Ma non solo. Il CdM ha stabilito che non ci sarà retrocessione a una classe stipendiale inferiore per il personale della scuola che ne abbia acquisita una superiore nel 2013.

Il Consiglio dei Ministri, come promesso, ha dato il proprio via libera al decreto sugli scatti di anzianità 2013 degli insegnanti e del personale della scuola. Il provvedimento appena varato conferma quindi che gli insegnanti non dovranno "restituire" gli scatti di anzianità già percepiti nel 2013, il che avrebbe comportato in busta baga una trattenuta di 150 euro lordi mensili fino a restituzione totale dei soldi percepiti in più con la maturazione. Il decreto inoltre stabilisce che per non ci sarà retrocessione a una classe stipendiale inferiore per il personale della scuola che ne abbia acquisita una superiore nel 2013, in virtù dell'anzianità economica attribuita nello stesso anno. Respiro di sollievo, quindi, per il personale della scuola. Il decreto, inoltre, dovrebbe risolvere così anche il problema di chi intendeva entrare in pensione da settembre 2014, che senza tale provvedimento avrebbe dovuto attendere almeno un anno per poter vantare, sia sul trattamento pensionistico che sulla buonuscita, lo scatto di anzianità. La FLC CGIL informa inoltra il 15 gennaio che "le somme legittimamente percepite dai lavoratori della scuola, a seguito della maturazione degli scatti di anzianità nel 2013, saranno dapprima trattenute con il cedolino di gennaio 2014 e successivamente restituite con un altro cedolino che arriverà entro il 23 gennaio e, cioè, in tempo utile per mantenere inalterato il giorno dell'accredito sul conto corrente".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# CGIL# Consiglio dei Ministri# euro# pensione# scuola