le notizie che fanno testo, dal 2010

Bandiere comuniste, ispezione Gelmini "per rifarsi la verginità"

La Gelmini ordina "un'ispezione nella scuola dell'infanzia San Marco di Livorno" (dove nel 1921 fu fondato il Pci) perché sembra sventoli una bandiera comunista. Per il sindaco di Livorno Cosimi è "una maniera un po' farlocca per rifarsi la verginità dopo i fatti della scuola di Adro".

Il Ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini ha ordinato "un'ispezione nella scuola dell'infanzia San Marco di Livorno", come conferma il Miur, perché pare che nell'edificio ci sia una bandiera del vecchio Partito dei Comunisti Italiani (Pdci) o forse del Prc (Partito della rifondazione comunista), e questi dubbi derivano dal fatto che in realtà non si sa neanche se la bandiera è effetivamente presente.
La scuola nel 1921 era un teatro, mentre ora ospita un asilo, ed è in quell'edificio che è stato fondato il Partito comunista italiano (Pci). Sembra che i nostalgici del vecchio partito guidato prima da Bordiga e poi da Gramsci si riuniscano ancora ogni anno nel vecchio teatro, simbolo di un pezzo di storia d'Italia.
"La scuola è un'istituzione pubblica che deve garantire a tutti un'educazione imparziale ed autonoma rispetto a qualsiasi orientamento politico", spiega la Gelmini che sembra non accettare che in una scuola pubblica possa esserci una bandiera (magari è proprio quella del Pci) che richiami palesemente a simbolismi e ideologie politiche e partitiche, perché in effetti la falce e il martello non posso essere certo tacciati come una "iconografia del comune", come era successo nella scuola di Adro piena di simboli leghisti.
Per il sindaco di Livorno Alessandro Cosimi l'ispezione chiesta dalla Gelmini è solamente "una maniera un po' farlocca per rifarsi la verginità dopo i fatti della scuola di Adro", aggiungendo che "il Ministro farebbe bene se, insieme agli ispettori, mandasse anche un po' di soldi per le scuole materne".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: