le notizie che fanno testo, dal 2010

Abolizione Province: apertura scuole a rischio. Tagli insostenibili

L'Unione delle Province italiane (UPI) lancia l'allarme: con i tagli e l'abolizione delle Province "è a serio rischio l'apertura del nuovo anno scolastico", perché la spending review inciderà sui "servizi essenziali, dal trasporto pubblico locale alla manutenzione ordinaria delle scuole, dai centri per l'impiego alla formazione professionale".

In base ai criteri stabiliti dal governo riguardo l'abolizione delle Province , saranno 64 su 107 quelle da accorpare, senza contare che, come stabilito nel decreto sulla spending review , per il 2012 ci saranno tagli per 500 milioni di euro, mentre a decorrere dal 2013 i tagli saranno di 1.000 milioni di euro. L'Unione delle Province italiane (UPI) lancia quindi oggi, da Roma, un grido d'allarme. Nel corso di una conferenza stampa il presidente dell'UPI nonché presidente della Provincia di Catania, Giuseppe Castiglione, avverte infatti che questi "tagli sono assolutamente insostenibili" perché "non incidono sui consumi intermedi, ma sui servizi essenziali, dal trasporto pubblico locale alla manutenzione ordinaria delle scuole, dai centri per l'impiego alla formazione professionale - sottolineando - In questo senso possiamo dire con grande certezza che è a serio rischio l'apertura del nuovo anno scolastico".
Castiglione è chiaro quando afferma che in questa maniera "la metà delle Province andrà in dissesto", spiegando che il commissario del governo per i tagli alla spesa, Enrico Bondi, ha commesso "un errore nei parametri" perché in realtà "le Province dovrebbero operare tagli pari a 176 milioni quest'anno, anzichè 500 milioni, e a 352 milioni l'anno prossimo, anziché 1 miliardo".
L'UPI conclude nel trovarsi d'accordo con l'esecutivo "sul risparmio delle spese e sulla maggiore efficienza, ma il dimagrimento - evidenzia - non può incidere su quelle che sono le funzioni principali degli enti, a partire dal tema dell'edilizia scolastica e dell'occupazione".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: