le notizie che fanno testo, dal 2010

Alberto Bevilacqua è morto. Pm autorizza autopsia per accertamento cause

Le ultime notizie sullo stato di salute di Alberto Bevilacqua raccontano di un arresto cardiocircolatorio nella notte tra domenica 8 e lunedì 9 settembre, che ha causato la morte dello scrittore. I familiari dello scrittore hanno "immediatamente chiesto al pm di procedere con l'autopsia in modo da accertare le cause del decesso".

Le condizioni di salute di Alberto Bevilacqua, 79 anni, non sembravano mai andare a migliorando, da quando nell'ottobre del 2012 era stato ricoverato nella clinica privata di Villa Mafalda a Roma, dove si era recato inizialmente solo per degli accertamenti. Purtroppo, infatti, le ultime notizie sullo stato di salute di Alberto Bevilacqua raccontano di un arresto cardiocircolatorio nella notte tra domenica 8 e lunedì 9 settembre, che ha causato la morte dello scrittore de "La califfa" (1964). Bevilacqua fu ricoverato per uno scompenso cardiaco, me nel corso del tempo le condizioni dello scrittore sono andate progressivamente aggravandosi, pare a causa di una infezione alle vie respiratorie che gli stava compromettendo le funzioni vitali. All'inizio di quest'anno Michela Macaluso, la compagna di Alberto Bevilacqua, aveva denunciato la direzione di Villa Mafalda perché la casa di cura, a giudizio della donna, non avrebbe permesso il trasferimento dello scrittore presso un ospedale pubblico. Il trasferimento deve però essere autorizzato da un familiare, e la firma della compagna di Bevilacqua non avrebbe nessun valore legale, tanto che all'epoca la direzione della casa di cura Villa Mafalda aveva replicato: "Le terapie sono state prestate sempre in accordo con la sorella, Anna Bevilacqua, con la sig.ra Macaluso e addirittura il consulente medico di quest'ultima, il prof. Mauro Cacciafesta, che ha confermato l'adeguatezza delle terapie prestate consigliando di continuare lo stesso iter terapeutico". Nel frattempo, la Procura di Roma aveva comunque aperto un fascicolo sul caso Bevilacqua per lesioni colpose nei confronti dei vertici di Villa Mafalda, procedimento che tuttora non pare essere stato archiviato. A seguito della notizia della morte di Alberto Bevilacqua, i familiari dello scrittore hanno "immediatamente chiesto al pm di procedere con l'autopsia in modo da accertare le cause del decesso". Richiesta accolta dal magistrato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# autopsia# Bevilacqua# Mafalda# Roma