le notizie che fanno testo, dal 2010

Angela Celentano ritrovata in Messico? Le lettere di Celeste

Angela Celentano, la piccola scomparsa 16 anni, sarebbe in Messico, anche se ad oggi è stata solo ritrovata attraverso delle e-mail, spedite da una persona che dice di chiamarsi Celeste e di riconoscersi in quella bambina di 3 anni che giocava sul Monte Faito (Napoli).

Angela Celentano, la bambina scomparsa il 10 agosto del 1996 mentre si trovava in gita sul Monte Faito presso Vico Equense nella provincia di Napoli, sarebbe stata ritrovata in Messico. O meglio. Sarebbe Angela Celentano ad aver ritrovato i genitori e le due sorelle, mettendosi in contatto con loro, circa due anni fa, dopo aver visitato il sito internet (http://www.angelacelentano.com) gestito dalla famiglia che racconta la storia della misteriosa scomparsa della bimba, che all'epoca aveva solo tre anni. A rendere nota quella che potrebbe essere una svolta nelle indagini è la trasmissione "I fatti vostri" condotta da Giancarlo Magalli, che nella puntata di oggi ha ospitato i genitori di Angela Celentano, Maria e Catello. I genitori di Angela Celentano raccontano come il 25 maggio del 2010 arrivò al loro indirizzo di posta elettronica una e-mail "da una ragazza che scrive dall'estero che dice di essersi riconosciuta nella storia e nelle foto, perché lei sa di essere stata adottata", come racconta la signora Maria Celentano. Questa ragazza, che si dice convinta di essere Angela Celentano, rassicura sul fatto di "stare bene dove stà, di avere una famiglia, ma che vuole rimanere lì", e cioè in Messico, continua la mamma della piccola scomparsa 16 anni fa. Dopo quella prima e-mail ce ne sono state molte altre, e a tenere la corrispondenza è stata principalmente un'altra figlia dei Celentano, Rossana. Durante la trasmissione "I fatti vostri", vengono mostrate alcune lettere inviate dalla ragazza che dice di essere Angela Celentano, tra cui questa: "Ho vosto le foto molte volte e mi fanno sempre piangere, piangere, piangere perché so che quella della foto sono io e non ti posso dire il mio vero nome, ma vivo in Messico e sono felice dove sto, non preoccupatevi per me, nemmeno potrei tornare con voi perché non potrei separarmi da questa famiglia che ho visto per 12 anni e quasi non ho più ricordi di voi fino a che ho visto le foto. Ma credetemi, amo anche voi...Sono felice, non mi cercate più". Naturalmente, per i genitori di Angela Celentano non cercare più la figlia, specialmente ora che sperano sia possibile poterla riabbracciare, è impensabile, soprattutto dopo aver visto la foto che la ragazza messicana gli ha spedito . "Quando abbiamo visto questa foto è indescrivibile quello che abbiamo pensato, si vede la somiglianza" afferma sicura la mamma di Angela Celentano, sottolineando che "ci sono molti punti di contatto" sia con le foto della bambina quando aveva 3 anni che con la fisionomia delle due sorelle, Rossana e Naomi. Questa ragazza che dice di essere Angela Celentano racconta poi, in una e-mail, la sua storia: "Io sono figlia adottiva di mia madre che è cristiana e una persona sensibilissima che mi adora, ma io so da tempo che non sono sua figlia naturale. Lei mi racconta la storia di quando aveva preso una donna per aiutarla nei lavori domestici. Questa portava con sé una bambina di 4 o 5 anni e ogni sera tornava a casa con lei. Ma una sera mia madre tornò dal lavoro e non trovò questa signora, che però aveva lasciato me. Quando mia madre si rese conto che la donna, che aveva dato un nome falso, non sarebbe più tornata, non andò dalle autorità. I bambini li portano in una asilo governativo dove non sono trattati bene, per cui decise di tenermi con sé e mi ha sempre trattato come una figlia. Ma tuttora non sappiamo chi io sia realmente. Per il momento mi chiamo Celeste...". Celeste, che racconta di stare per compiere 18 anni (Angela Celentano avrebbe oggi 19 anni), si dice poi disposta anche a venire in Italia e fare il test del DNA, solo che improvvisamente lo scambio di e-mail si interrompe, proprio nel momento in cui "la polizia italiana è andata in Messico per carcere la ragazza", come racconta Rossana Celentano. "Non sappiamo se è lei che ha chiuso i contatti oppure è stata costretta", precisa subito dopo la madre. L'avvocato della famiglia Celentano, Luigi Ferrandino, spiega infatti sempre nel corso della trasmissione "I fatti vostri" che le indagini hanno inizialmente portato ad una città del Messico, all'indirizzo indicato da Celeste, ma si è visto che era sbagliato. Così si è risaliti ad una seconda abitazione analizzando le tracce internet, "in cui è stata individuata una famiglia, il cui padre è un pubblico ministero della Procura di questa città e la madre è una dipendente dello stesso ministero della Giustizia" rivela il legale. L'avvocato Ferrandino spiega quindi che la procura messicana ha sequestrato il computer trovato in questa casa, in cui sarebbero stati "cancellati dei dati" aggiungendo: "Gli abitanti di questa casa hanno però negato di aver loro inviato questi messaggi, perché è una certezza che i messaggi (della ragazza che dice di essere Angela Celentano, ndr) sono partiti da quei computer, e la procura di questa città messicana ha messo sotto inchiesta l'intera famiglia per false dichiarazioni". In questa casa, però, non sembra esserci traccia di questa Celeste, poiché la famiglia messicana è composta dai due genitori e da un figlio e una figlia, e quest'ultima non risulta imparentata con i Celentano dopo essere stata sottoposta ad un esame del DNA.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: