notizie curiosità e varia umanità dalla rete
canali tematici di Mainfatti

Sclerosi Multipla: Nicoletta Mantovani guarita? Mai più avuto sintomi

Nicoletta Mantovani Pavarotti dopo un'operazione in day hospital non ha più "sintomi" e non si sente più "malata" di Sclerosi Multipla. Come aveva promesso a Gente nel 2011, con il professor Paolo Zamboni la vedova di Pavarotti ha "vinto" la Sclerosi Multipla. Ma la notizia passa sotto silenzio.

Nicoletta Mantovani nel febbraio del 2011 dal settimanale Gente annunciava in copertina, di spalla alla testata: "Così vincerò la sclerosi multipla". L'articolo in questione per chi lo volesse leggere è ancora disponibile sul sito dell'Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla1 di cui Nicoletta Mantovani è Presidente onoraria. Di certo non si può dire che la vedova di Luciano Pavarotti non tenga fede alle promesse. Lo scorso 13 settembre a Uno Mattina è stata infatti proprio lei ad annunciare in tv di non sentirsi più "malata" e di non aver avuto più "un sintomo, niente" dopo l'operazione fatta in day hospital. La notizia, stranamente (o forse no, penserà qualcuno), è passata sotto silenzio. Eppure dopo le battaglie fatte, le polemiche, le prese di posizione sulla libertà di sperimentazione riguardo la connessione tra la CCSVI e la Sclerosi Multipla, risulta davvero emblematico come la principale testimonial del metodo Zamboni "guarisca" e non ne parli nessuno. Interessante anche riflettere sul fatto che Nicoletta Mantovani Pavarotti sia, per la "gente comune", una delle persone affette da Sclerosi Multipla più "conosciute" e che quindi saperla "senza più sintomi" possa scuotere l'"immaginario collettivo" sulla Sclerosi Multipla in modo importante. E cioè che da questa malattia, con le dovute differenze tra paziente e paziente e tutto il "mutatis mutandis" del caso, si possa guarire, "anche" in day hospital.

Nicoletta Mantovani racconta a Uno Mattina come le sia stata diagnosticata la malattia a 24 anni. Un colpo durissimo, dice, anche per come le è stato comunicato, e che la porta su un lungo percorso verso la ricerca di una cura. Ecco integralmente come racconta il resto Nicoletta Mantovani: "E da qui dopo tanti percorsi di medicine provate di teorie verificate eccetera, finalmente tre anni fa ho incontrato una persona che ha cambiato il corso mio personale, della mia malattia, perché la sclerosi multipla credo che sia diversa da persona a persona, quindi nel mio caso l'incontro con il professor Zamboni, Paolo Zamboni di Ferrara, è stato importantissimo perché è riuscito ad elaborare una nuova teoria che finalmente ha portato a dei risultati. Si basa sul riconoscimento di un'altra patologia collegata alla sclerosi multipla che è la CCSVI e detta banalmente, da un non medico, quindi perdonatemi se è molto così..., praticamente i malati di sclerosi multipla, la maggior parte di loro ha le vene ostruite e quindi non riescono a far defluire il sangue, e per fare questo bisogna intervenire, aprire una vena ed è un intervento in day hospital semplicissimo che ristabilisce il flusso, quindi non c'è più questo accumulo di 'sangue sporco' (le virgolette sono nostre, ndr) nel cervello che provoca poi ulteriori danni. Io ho fatto l'operazione, sono già passati tre mesi dalla mia operazione e io, non posso dire sia così per tutti, non mi sento più malata, non ho mai più avuto un sintomo, niente".

19/09/2012 | update: 19/09/2012
più informazioni su:
# sclerosi multipla
ultime notizie in evidenza
Sitografia

1.CCSVI nella Sclerosi Multipla - http://www.ccsvi-sm.org/?q=node/742

gli articoli più letti di salute
Credits e info