le notizie che fanno testo, dal 2010

Sciopero treni 15-16 dicembre. Ma anche bus e metro, da Roma a Milano

La manovra, nonostante l'equità, porta a far incrociare le braccia i lavoratori del trasporto pubblico e ferroviario. Dallo sciopero dei treni (15 dicembre ore 21:00 - 16 dicembre ore 21:00) allo sciopero dei mezzi (bus, metro, tram) in tutta Italia, da Milano a Roma fino a Palermo e Cagliari.

Nonostante Mario Monti continui a proclamare l'equità della sua manovra, alcune categorie di lavoratori continuano a storcere il naso, e se qualcuno minaccia lo sciopero (come Federfarma), altri lo hanno già indetto. I sindacati del trasporto pubblico locale e ferroviario (unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa Cisal e Fast) hanno infatti proclamato uno sciopero nazionale di 24 ore, per chiedere "il ripristino dei finanziamenti al servizio pubblico locale ed al servizio ferroviario universale e per il nuovo contratto della Mobilità", come si legge in un comunicato congiunto. Secondo le organizzazioni sindacali, infatti, "in assenza di un reintegro delle risorse tagliate al settore è fondato il rischio di una drastica riduzione del servizio pubblico con gravi conseguenze drammatiche per la mobilità dell'intero Paese e per l'occupazione dei dipendenti del settore e dei lavoratori dell'indotto che già in questi giorni scontano pesantemente gli effetti dei tagli ai treni notturni". "La situazione del trasporto pubblico locale non è risolta dagli interventi previsti dalla manovra in discussione e questo rappresenta un problema serio" spiega anche il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, commentando gli ultimi cambiamenti apportati alla manovra, a cui probabilmente verrà chiesta la fiducia. Errani rinnova comunque la richiesta di fissare un "incontro urgente con il Governo per affrontare tale questione, già formulata congiuntamente da regioni ed autonomie locali", e questo perché si è "di fronte ad un rischio reale di insostenibilità dei servizi pubblici di trasporto". Nessun incontro è stato finora fissato, è così oggi giovedì 15 dicembre e domani venerdì 16 dicembre i lavoratori del trasporto pubblico e quello ferroviario incroceranno le braccia. I primi ad entrare in sciopero, nella giornata di giovedì 15 dicembre, saranno gli addetti ai bus che effettuano i servizi extraurbani. A Roma e provincia, la Cotral Spa rende noto attraverso un comunicato che "il giorno 15 dicembre 2011 il personale di movimento si asterrà dalle prestazioni lavorative dalle ore 8,30 alle ore 17,00 e dalle ore 20,00 a fine servizio. I bus extraurbani quindi sospenderanno le corse dai capolinea dalle ore 8,30 alle ore 17,00 e dalle ore 20,00 a fine servizio per riprendere il lavoro al termine dello sciopero con partenze dei bus dalle rimesse di appartenenza. Il personale addetto alla verifica sciopererà con le stesse modalità dell'esercizio. Per tutti i lavoratori degli uffici, degli impianti fissi e per tutto il personale non indicato, lo sciopero avverrà per l'intero turno". Venerdì 16 dicembre la protesta interesserà invece il personale di bus, metropolitane e tram dei servizi urbani. Di seguito le modalità dello sciopero dei mezzi nelle principali città: Roma dalle 8,30 alle 17.30 e dalle 20 a fine servizio; Milano dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio; Napoli dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio; Torino dalle 9 alle 12 e dalle 15 a fine servizio; Venezia-Mestre dalle 9 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio; Genova dalle 9,30 alle 17 e dalle 21 a termine servizio; Bologna (sciopero giovedì 15 dicembre) dalle 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio; Bari 8.30 - 12.30 e dalle 15.30 a fine servizio; Palermo dalle 8,30 alle 17,30; Cagliari dalle 9.30 alle 12.45, dalle 14.45 alle 18.30 e dalle 20 alla fine del servizio. Gli addetti al trasporto ferroviario ed alle attività connesse sciopereranno invece dalle ore 21.00 di giovedì 15 dicembre alle ore 21.00 di venerdì 16 dicembre 2011. Trenitalia, oltre a comunicare che venerdì 16 dicembre saranno garantiti i servizi minimi indispensabili nelle due fasce che vanno dalle 6:00 alle 9:00 e dalle 18:00 alle 21:00, precisa che "per i treni a lunga percorrenza è stato predisposto uno speciale programma di circolazione, che comprende e integra i servizi essenziali previsti in caso di sciopero (orari treni vedi al link http://is.gd/nYHDHJ). Nonostante lo sciopero dei treni, Trenitalia assicura che sarà invece "garantito il collegamento fra Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino, con il treno 'Leonardo Express' o con autobus sostitutivi". Per ulteriori informazioni riguardo le modalità dello sciopero dei treni, Trenitalia mette a disposizione anche un numero verde (800-892021), che rimarrà attivo dalle ore 14.00 di mercoledì 14 alle ore 12.00 di sabato 17 dicembre 2011, mediante risponditore automatico.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: