le notizie che fanno testo, dal 2010

Sciopero trasporti 27 gennaio e le modalità dello sciopero generale

Il 27 gennaio 7 sigle sindacali hanno indetto uno sciopero generale di 24 ore, per protestare contro le misure varate dal governo Monti. Lo sciopero comprenderà i trasporti (treni, aerei, mezzi pubblici) così come tutti gli altri lavoratori del pubblico impiego e delle aziende private italiane.

Il 27 gennaio sarà una giornata calda per i trasporti in tutta Italia, a causa dello sciopero dei trasporti che si inserisce nel ben più ampio sciopero generale indetto da USB, SLAICOBAS, ORSA, CIB-UNICOBAS, SNATER, SICOBAS e USI, che vedrà anche lo svolgersi di una manifestazione nazionale a Roma.
Il 27 gennaio, infatti, è sciopero generale indetto per tutti i lavoratori del pubblico impiego e delle aziende private italiane, e per 24 ore si fermeranno non soltanto trasporti – ferroviari, aerei, marittimi e tpl (nel rispetto delle fasce fi garanzia) ma anche gli uffici pubblici, la sanità, la scuola, le poste e le telecomunicazioni.
Lo sciopero generale del 27 gennaio, infatti, è stato indetto "contro il Governo Monti e le sue politiche che penalizzano lavoratori, pensionati, precari e disoccupati e che, con il ricatto del debito, intendono far pagare la crisi a tutti tranne coloro che hanno generato, speculato e fatto profitti su di essa: l'Europa delle banche, la finanza internazionale e le aziende", come precisa USB, e in particolare lo sciopero dei trasporti è voluto per protestare contro le misure del governo Monti che vanno a colpire pesantemente i lavoratori del settore.
L'ORSA definisce infatti il decreto liberalizzazioni un vero e proprio "attacco al lavoro", che cancella, tra altre cose, "il diritto dei lavoratori ad avere un Contratto Nazionale di riferimento ed intende mettere una pietra tombale sul CCNL della Mobilità".
La protesta si concentrerà a Roma attraverso una manifestazione nazionale, con concentramento a piazza della Repubblica alle ore 9.30, mentre il corteo percorrerà via Cavour, piazza dell'Esquilino, via Merulana, viale Manzoni, via Emanuele Filiberto, per concludersi in piazza San Giovanni.
Queste invece le modalità dello sciopero generale:
- Pubblica Amministrazione: Scuola, Università, Ricerca, Ministeri, Enti Locali, Parastato (Inps, Inail, Inpdap, Aci), Agenzie Fiscali, Presidenza del Consiglio, Enac: intera giornata.
- Sanità: da inizio del primo turno del giorno 27 a fine dell'ultimo turno dello stesso giorno.
- Vigili del fuoco: Esonerata la Provincia di Roma.
- Personale operativo turnista nel servizio operativo e aeroportuale: dalle 10.00 alle 14.00.
- Personale a servizio giornaliero: intera giornata.
- Settore privato: intero orario di servizio.
- I turnisti delle centrali di produzione elettrica e idroelettrica sciopereranno nelle giornate dal 27 gennaio al 2 febbraio 2012, con calendario prestabilito in rispetto della legge n. 146-90.
- Trasporto Aereo: Personale navigante e di terra turnista, intero turno con rispetto delle fasce di garanzia (dalle 7.00 alle 10.00 e dalle 18.00 alle 21.00). Restante personale: intero turno.
- Trasporto Ferroviario: Addetti ad impianti fissi e Uffici: intera giornata. Personale addetto alla circolazione dei treni: dalle 21.00 del 26 gennaio alle 21.00 del 27 gennaio.
- Trasporto Marittimo: Personale amministrativo: intero turno. Personale navigante isole maggiori: da un ora prima delle partenze del 27 gennaio; Personale navigante isole minori: dalle 00.00 del 27 gennaio alle 24.00 del 27 gennaio 2012.
- Trasporto pubblico locale e trasporto merci e logistica: intera giornata, articolato a livello territoriale col rispetto delle fasce di garanzia, che variano da città a città.
Avviso: Per favorire la partecipazione alla manifestazione nazionale, a Roma la fascia di garanzia per i mezzi pubblici si protrarrà fino alle ore 9.00 del mattino.
Come sempre, naturalmente, durante lo sciopero generale saranno garantiti i servizi minimi essenziali.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: