le notizie che fanno testo, dal 2010

Sciopero farmacie 1 febbraio. Federmarma: rischio collasso del sistema

Il 1 febbraio sciopero delle farmacie, indetto da Federfarma, che afferma come il decreto liberalizzazioni varato dal governo provocherà "il deterioramento della qualità del servizio offerto, fino al collasso del sistema".

L'Assemblea nazionale straordinaria di Federfarma, riunitasi nei giorni 20 e 21 gennaio 2012, ha stabilito per il 1 febbraio uno sciopero delle farmacie, contro "le misure concernenti il servizio farmaceutico inserite nel provvedimento del Governo in materia di liberalizzazioni" perché "provocheranno il deterioramento della qualità del servizio offerto, fino al collasso del sistema", come si legge in un comunicato stampa. Lo sciopero delle farmacie del 1 febbraio protrebbe però essere solo l'inizio di un lungo periodo di agitazione se gli incontri con i Capigruppo parlamentari e con i rappresentanti di Governo e Regioni, chiesti da Federfarma, non daranno esiti positivi per la categoria.
Per il Movimento Nazionale Liberi Farmacisti, invece, lo sciopero delle farmacie indetto da Federfarma è "un ricatto al Paese e al Governo confermato dal fatto che la data dello sciopero è spostata nel tempo, al fine di porre sotto scacco le istituzioni e modificare a proprio piacimento il decreto appena varato dal Governo", come afferma in una nota il presidente del MNLF Vincenzo Devito (http://is.gd/vOcg97), che denuncia il fatto che il governo "ha voluto abbassare bandiera bianca davanti alla richiesta di liberalizzazione dei farmaci di fascia C e adesso si trova con una casta che non accetta nemmeno un aumento delle farmacie".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: