le notizie che fanno testo, dal 2010

Sciopero benzinai confermato. Col blocco dei Tir presto pompe a secco?

La Faib Confesercenti e la Fegica Cisl confermano lo sciopero benzinai di 10 giorni, anche se date e modalità restano ancora da definire. Qualcuno però si sta già mettendo in fila per paura di rimanere presto a "secco", visti i blocchi stradali dei Tir, che rischiano di interrompere la catena della grande distribuzione, anche quella del carburante.

Mario Monti aveva promesso equità, ed infatti sembra essere riuscito a scontentare allo stesso modo un po' tutte le categorie di lavoratori. E' da tempo che non si registravano, infatti, così tanti annunci di sciopero, da quello dei taxi a quello dei trasporti (sciopero di treni, aerei, mezzi pubblici indetto dall'Orsa il 27 gennaio http://is.gd/ggXw8l), da quello degli avvocati e delle farmacie per finire a quello dei benzinai. Mentre la Figisc, federazione che riunisce i benzinai della rete ordinaria, e dall'Anisa Confcommercio, che associa i gestori delle aree di servizio autostradali, annuncia 7 giorni di sciopero (http://is.gd/ZHB7do), la Faib Confesercenti e la Fegica Cisl rilanciano e proclamano "l'immediato stato di agitazione e la chiusura per sciopero degli impianti stradali ed autostradali di 10 giorni". Anche dopo l'approvazione in Cdm del decreto liberalizzazioni, la Faib Confesercenti sottolinea la delusione dei provvedimenti adottati dal governo (http://is.gd/n7Ksxk), e conferma perciò "lo stato di agitazione" pur precisando che la categoria si riserverà "di leggere il testo ufficiale in GU" prima di convalidare definitivamente "le azioni di lotta e mobilitazione". Per adesso, quindi, le date e le modalità dello sciopero benzinai non sono note, anche se il timore degli italiani di rimanere presto a "secco" comincia a crescere, visto che proprio in queste ore la protesta degli autotrasportatori si sta cominciando ad estendere in tutto il Paese. I Tir, come già succeso la scorsa settimana in Sicilia (http://is.gd/xoMYHB), hanno infatti iniziato i blocchi stradali in molte autostrade italiane. Se il blocco dei Tir perdurerà per giorni come successo in Sicilia, presto il problema principale non risiederà più nel fatto che si creeranno code e disagi anche per le autovetture che transiteranno nelle strade occupate dagli autotrasportatori, ma nel fatto che la grande distribuzione potrebbe essere bloccata, compresa quella della benzina. Anche per questo motivo, qualcuno si sta cominciando a mettere già da ora in fila per fare un pieno di carburante.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: