le notizie che fanno testo, dal 2010

Legge bilancio, CGIL: inammissibile emendamento Sacconi su sciopero

La CGIL si appella a Pietro Grasso riguardo l'emendamento che vorrebbe prevedere l'obbligo per i singoli lavoratori di dichiarare l'adesione allo sciopero prima che lo stesso sia effettuato.

"L'attuale disciplina sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali prevede già strumenti e misure per modificare le procedure con accordi attuativi tra le parti sociali. Non c'è alcun bisogno di iniziative legislative, per di più in contrasto con la nostra Costituzione" dichiara in una nota il segretario confederale della CGIL Vincenzo Colla, in merito all'emendamento alla legge di bilancio 2018 presentato dal senatore Sacconi, che prevede l'obbligo per i singoli lavoratori di dichiarare l'adesione allo sciopero prima che lo stesso sia effettuato.

"Il senatore Sacconi non dimentichi che la legge di bilancio non può contenere materie inerenti al diritto di sciopero" rammenta inoltre il sindacalista, evidenziando che ciò "sarebbe una grave forzatura alle norme costituzionali e ai contenuti dell'art. 40 della Carta".
"Per questi motivi facciamo appello alla saggezza del Presidente del Senato, che ha i poteri di dichiarare inammissibile l'emendamento in applicazione dell'art. 81 della Costituzione" conclude il dirigente sindacale.

© riproduzione riservata | online: | update: 13/11/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Legge bilancio, CGIL: inammissibile emendamento Sacconi su sciopero
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI