le notizie che fanno testo, dal 2010

Firenze: chat su smartphone salva baby sposa, segregata dal padre

Arrestato a Firenze un padre 49enne serbo che aveva venduto la figlia, quando aveva 13 anni, ad un connazionale per 15mila euro. La baby sposa era tenuta segregata.

E' stata una chat di un gioco per smartphone, attivabile tramite connessione Wi-Fi, a cambiare il destino di una ragazzina che abita a Firenze, promessa in sposa dal padre quando aveva 13 anni in cambio di 15mila euro.
La ragazza oggi 17enne è riuscita a chiedere aiuto ad un coetaneo conosciuto in una chat, al quale a rivelato di essere da anni segregata dal padre che aveva combinato il suo matrimonio.
Stando alle indagini della Squadra Mobile della Questura di Firenze, quattro anni fa il 49enne di origini serbe aveva venduto la figlia per 15mila ad un connazionale residente in Francia. Il futuro sposo 10 mesi dopo l'accordo era giunto a Firenze per versare la "caparra" di 4mila euro, imponendo alla ragazzina di dimagrire, di rimanere vergine e di imparare le faccende di casa in attesa delle nozze.
Per fortuna, l'amico di chat lo scorso anno ha fatto scattare l'allarme e le indagini della polizia di Firenze, che ha arrestato il 49enne serbo con l'accusa di aver ridotto in schiavitù la propria figlia minorenne.

© riproduzione riservata | online: | update: 14/09/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Firenze: chat su smartphone salva baby sposa, segregata dal padre
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI