le notizie che fanno testo, dal 2010

Lutto nella scherma italiana: muore Carpaneda, investito da un'auto

E' morto ieri all'età di 86 anni Luigi Carpaneda, ex oro e argento olimpico di scherma nel fioretto a squadre negli anni Cinquanta e Sessanta. Secondo quanto ha annunciato la Federscherma, Carpaneda è deceduto dopo esser stato travolto da un'auto mentre attraversava una strada di Milano.

Tragico lutto per la scherma italiana. Luigi Carpaneda, ex oro e argento olimpico, è morto a 86 anni, travolto da un'auto mentre attraversava una strada di Milano. L'ex schermidore degli anni Cinquanta e Sessanta vinse il titolo mondiale nel fioretto a squadre a Roma nel 1955, per poi trionfare un anno dopo ai Giochi olimpici di Melbourne, assieme a Edoardo Mangiarotti, Manlio Di Rosa, Giancarlo Bergamini, Antonio Spallino e Vittorio Lucarelli. Sempre con la squadra di fiorettisti azzurri conquistò un bronzo nel 1957 ai mondiali di Parigi, e tentò nel 1960 di ripetere a Roma l'impresa olimpica di quattro anni prima, conquistando però solo l'argento. L'anno scorso Carpaneda fu poi invitato nella Capitale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano insieme agli altri italiani vincitori di medaglie delle Olimpiadi di Roma nel 1960. Il milanese fu anche un grande appassionato di vela e presidente della Commissione Altomare della Federvela sin dagli anni Novanta. Cinque volte capitano della squadra italiana all'Admiral's Cup, Carpaneda vinse come velista due titoli mondiali e la Three Quarter Ton cup con il suo Botta Dritta nel 1981. E' stato presidente onorario del team di Mascalzone Latino dal primo anno nel quale partecipò alla Coppa America, ad Auckland nel 2002. Oltre ad essere uno dei reduci alpini tornati dalla Russia, Carpaneda fu premiato a Milano con l'Ambrogino d'Oro, attestato di benemerenza che il capoluogo lombardo consegna durante la tradizionale cerimonia del 7 dicembre, giorno di Sant'Ambrogio, patrono della città.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: