le notizie che fanno testo, dal 2010

Francia chiederà alleggerimento sanzioni Russia a vertice Bruxelles. E l'Italia?

Da San Pietroburgo per il business forum russo, Matteo Renzi aveva sostenuto che sanzioni UE contro la Russia sono una "questione riduttiva". Non è così per la Francia che avvierà nel corso del vertice di Bruxelles del 28-29 giugno una discussione tra i Paesi membri dell'UE per un alleggerimento delle sanzioni contro la Russia.

Da San Pietroburgo per il business forum russo, Matteo Renzi aveva sostenuto che sanzioni UE contro la Russia sono una "questione riduttiva" come aveva evidenziato (e criticato) Giorgia Meloni. Contemporaneamente il Consiglio europeo aveva annunciato di aver esteso fino al 23 giugno del 2017 le misure restrittive nei confronti della Russia, adottate nel 2014 in risposta a quella che l'UE giudica essere l'annessione illegale della Crimea e di Sebastopoli.
La posizione dell'Italia in merito alle sanzioni sarà chiara al vertice di Bruxelles del 28-29 giugno, durante il quale la Francia annuncia che avvierà una discussione in merito. Ad anticiparlo è il ministro degli Esteri francese Jean-Marc Ayrault. Il Parlamento francese ha approvato infatti una risoluzione che chiede al governo di alleggerire le sanzioni contro la Russia, che ovviamente creano danni economici anche ai Paesi dell'UE anche a causa dell'embargo alimentare russo, in vigore ormai da due anni, sui prodotti provenienti da quegli Stati (Italia compresa) che hanno emanato i provvedimenti restrittivi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: