le notizie che fanno testo, dal 2010

StopOpg: norme più stringenti nella conversione in legge della proroga

Il 31 marzo il governo Renzi ha approvato un decreto che prevede la proroga di un anno della chiusura degli Opg (Ospedali psichiatrici giudiziari) che era prevista per il 1 aprile 2014. Il comitato nazionale stopOpg, pur ammettendoc che il decreto prevede "due importanti novità", chede al Parlamento di introdurre norme più stringenti nella conversione in legge della proroga, come per esempio l'obbligo dei progetti di cura e riabilitazione individuali.

Il 31 marzo il governo Renzi ha approvato un decreto che prevede la proroga di un anno della chiusura degli Opg (Ospedali psichiatrici giudiziari) che era prevista per il 1 aprile 2014 perché, spiega la nota di Palazzo Chigi, "tale termine non risulta congruo per completare definitivamente il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari, soprattutto in ragione della complessità della procedura per la realizzazione delle strutture destinate ad accogliere le persone cui sono applicate le misure di sicurezza". Il comitato nazionale stopOpg ribadisce però che non è "accettabile una proroga senza fissare precisi vincoli", pur ammettendo che il decreto prevede "due importanti novità: 1) tra sei mesi 'commissariamento' per le regioni inadempienti 2) dovere del Giudice (anche di sorveglianza) di verificare se in luogo del ricovero in un Opg può essere adottata nei confronti dell'infermo di mente una diversa misura di sicurezza". Il comitato stopOpg promette quindi che lavorerà "in sede di conversione del decreto in legge per introdurre disposizioni più stringenti (ad esempio l'obbligo dei progetti di cura e riabilitazione individuali), che favoriscano le dimissioni e le misure alternative alla detenzione, che, insieme al non invio in Opg delle misure di sicurezza provvisorie, possono davvero 'svuotare' l'Opg". Il comitato auspica quindi che "i finanziamenti destinati alla chiusura degli Opg vanno utilizzati subito per potenziare i servizi di salute mentale".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: