le notizie che fanno testo, dal 2010

Saldi: si spenderà solo 173 euro a persona. La crisi si sente

Anche quest'anno si avvicina il periodo dei saldi invernali, che come sempre inizieranno a macchia di leopardo a seconda delle regioni. Il 2 gennaio a Napoli, il 6 a Roma. La Confcommercio stima però poche entrate, circa 173 a persona. La crisi non è certo finita.

Sta per giungere il tempo dei tanto attesi saldi invernali, come sempre a macchia di leopardo. I saldi iniziaranno infatti in Piemonte il 1 gennaio (con l'eccezione di Torino dove partiranno il 6 gennaio) mentre in Calabria, Campania, Molise e in Sicilia cominceranno il 2 gennaio.
Nel Friuli Venezia Giulia i saldi partiranno il giorno seguente (3 gennaio) mentre i cittadini dell'Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Puglia, Toscana, Umbria e Veneto potranno iniziare il loro shopping dal 6 gennaio.
La Sardegna farà invece partire i propri saldi l'8 gennaio, e così anche la provincia di Bolzano. In Valle d'Aosta i saldi non cominceranno prima del 10 gennaio mentre a Trento saranno i commercianti a decidere liberamente i periodi in cui effettuare i saldi, sempre naturalmente della durata massima di 60 giorni.
I negozianti, in realtà, si lamentano di questo inizio a singhiozzo, preferendo e chiedendo invece un'unica data d'inizio per tutte le regioni d'Italia.
La Confcommercio ha poi stimato che quest'anno ogni persona, nel periodo dei saldi, spenderà circa 173 euro, che effettivamente fa ben capire come le famiglie italiane, nonostante gli sconti, preferiscano comunque risparmiare in questo periodo di crisi.
Anche per questo motivo Renato Borghi, presidente di Federmoda-Confcommercio, chiede ai negozianti di applicare sconti interessanti e offrire ai clienti un'ampia offerta di prodotti, per invogliare il consumatore a spendere qualcosa di più.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: