le notizie che fanno testo, dal 2010

Saldi estivi a Roma: Raggi liberalizzi commercio, chiede Codacons

"Partono a Roma i saldi estivi, ma il Codacons chiede al nuovo sindaco Virginia Raggi di abolirli definitivamente già a partire dal prossimo anno e di operare - di concerto con la Regione Lazio - per giungere ad una liberalizzazione totale del commercio", espone in una nota l'associazione dei consumatori.

"Partono a Roma i saldi estivi, ma il Codacons chiede al nuovo sindaco Virginia Raggi di abolirli definitivamente già a partire dal prossimo anno e di operare - di concerto con la Regione Lazio - per giungere ad una liberalizzazione totale del commercio" si diffonde in una nota dall'associazione dei consumatori.
«Gli sconti di fine stagione sono oramai obsoleti e superati - afferma il presidente Carlo Rienzi - Lo dimostrano i dati deludenti sulle vendite in regime di saldi degli ultimi anni a Roma e lo scarso interesse da parte dei consumatori, che non prendono piu d'assalto i negozi della Capitale. Anche quest'anno le vendite durante gli sconti di fine stagione non decolleranno, come dimostrano le stime ufficiali del Codacons che prevedono acquisti sostanzialmente stabili in citta rispetto allo scorso anno. Solo una famiglia su due farà almeno una spesa durante i saldi, ma si tratterà di acquisti modesti e di piccola entità».
«Oggi i consumatori hanno la possibilità di usufruire di sconti tutto l'anno - prosegue infatti Rienzi - Ciò grazie al diffondersi dell'e-commerce e dei negozi online, che praticano offerte e promozioni senza insulsi limiti temporali. Per questo crediamo sia giunta l'ora di abolire del tutto i saldi e liberalizzare il commercio, lasciando agli esercenti la facoltà di scegliere quando scontare la propria merce. In tal senso chiediamo alla Raggi di portare una ventata di novità a Roma, e di avviare assieme alla Regione Lazio una rivoluzione commerciale in grado di aumentare la concorrenza e incrementare le vendite».

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: