le notizie che fanno testo, dal 2010

Napoli: non trovano accordo su cancello condominiale, scoppia la rissa

Scoppiata una rissa tra gli abitanti di un condominio a Napoli per il cancello dell'entrata in comune.

"A Soccavo i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli hanno tratto in arresto per rissa 8 persone - viene fatto sapere in una nota dall'Arma -, denunciando una 17enne."

Nella serata di sabato "arriva una telefonata al 112 che segnala una rissa in strada Le gazzelle arrivano in e i militari notano una ventina di persone che si picchiano a pugni, calci e si tirano i capelli. - riferisce la Benemerita - Alla vista dei lampeggianti molti si dileguano, mentre 9 tra tutti continuano, non curanti, a darsele più di prima. I carabinieri separano i corissanti, venendo colpiti anche loro da spinte, calci e pugni. Separati tutti i violenti, si inizia a inquadrare la situazione."

I Carabinieri sottolineano dunque: "Emerge, così, che alcuni appartenenti a trediversi nuclei familiari, residenti nello stesso condominio, se le sono date di santa ragione perché non trovano un accordo sul tenere il cancello dell'entrata in comune sempre aperto, o sempre chiuso."

I militi spiegano quindi: "Da qui sono partiti pugni al volto, calci, schiaffi, donne che si afferrano per i capelli a vicenda; l'intervento di altre due in difesa delle prime, che però va solo ad aggiungere violenza su violenza."

Si specifica in conclusione: "In ultimo anche un cane che morde due corissanti. L'epilogo: otto adulti vengono arrestati e ora sono ai domiciliari in attesa del rito direttissimo, mentre la minorenne è stata denunciata."

© riproduzione riservata | online: | update: 19/12/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Napoli: non trovano accordo su cancello condominiale, scoppia la rissa
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI