le notizie che fanno testo, dal 2010

Sondaggio Winpoll: a referendum riforma costituzionale vince NO

L'ultimo sondaggio di Winpoll in merito al voto che gli italiani esprimeranno al referendum sulla riforma costituzionale del prossimo ottobre rivela che alla consultazione popolare il NO è in vantaggio rispetto al SI: 52,5% a 47,5%.

"Il Presidente del Consiglio (si fa per dire), Matteo Renzi, ha davvero poco da star sereno. Domenica scorsa 16 milioni di cittadini italiani sono andati a votare al referendum sulle trivelle contro il suo diktat che imponeva l'astensione. Alle amministrative del prossimo 5 giugno perderà tutte le grandi città nelle quali sono previste le urne: da Roma a Milano, da Napoli a Torino, fino a Trieste. E poi a ottobre, come cominciano a dirci in modo inequivocabile anche i sondaggi, ci sarà l'ultima grande sconfitta per Renzi, la sconfitta finale per questo premier mai eletto dal popolo e che tanto male sta facendo al nostro Paese. Un filotto di semafori rossi che manderà a casa per sempre il dittatorello fiorentino" assicura in un comunicato il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta.
L'ultimo sondaggio di Winpoll (le cui rilevazioni sono state eseguite tra il 12 e il 14 aprile) in merito al voto che gli italiani esprimeranno al referendum sulla riforma costituzionale del prossimo ottobre rivela che alla consultazione popolare sulla riforma della Costituzione il NO è in vantaggio rispetto al SI: 52,5% a 47,5%.
Anche nell'ultimo sondaggio di Euromedia Research i NO contrapposti ai SI sono 51 a 49.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: