le notizie che fanno testo, dal 2010

Referendum costituzionale: 56 giuristi per il No. Sconfitto Napolitano, dice Rampelli

"Le tesi dei 56 costituzionalisti hanno un peso devastante per la reputazione del governo Renzi e dei suoi sodali. Ma quello che esce più di tutti sconfitto è il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano", riflette in un comunicato Fabio Rampelli di FdI.

"Le tesi dei 56 costituzionalisti hanno un peso devastante per la reputazione del governo Renzi e dei suoi sodali. Ma quello che esce più di tutti sconfitto è il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano - segnala in una nota l'onorevole di FdI-An Fabio Rampelli -, perfettamente consapevole allora nella veste di Capo dello Stato delle riforme 'scassaStato' programmate da Matteo Renzi, e consapevole oggi che le ha votate."
Ben 56 costituzionalisti, da Valerio Onida a Francesco Paolo Casavola, da Gianmaria Flick a Franco Gallo e Gustavo Zagrebelsky solo per citarne alcuni, firmano infatti un documento per dire "no" al testo della riforma costituzionale e manifestano "preoccupazione" perché il testo della riforma si presenta "come risultato raggiunto da una maggioranza (peraltro variabile e ondeggiante) prevalsa nel voto parlamentare ('abbiamo i numeri') anziché come frutto di un consenso maturato fra le forze politiche".
"I costituzionalisti sostengono con autorevolezza scientifica quello che Fratelli d'Italia ha sempre sostenuto politicamente. - spiega Rampelli - L'iter legislativo diventa molto più complicato, le riforme non possono essere approvate da maggioranze esigue e variabili, la partecipazione degli elettori viene ristretta, il Senato ridotto a una bocciofila del partito di maggioranza relativa (il PD), lo squilibrio istituzionale. Ma quello che emerge su tutto è la cieca volontà di un governo che legifera in materia di riforme".
Il parlamentare conclude: "I costituzionalisti negano che si stia scivolando verso l'autoritarismo. Lo diciamo noi. Il governo Renzi ha preso una deriva autoritaria che solo il referendum di ottobre può fermare."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: