le notizie che fanno testo, dal 2010

Referendum: riforma trasforma Stato in un mostruoso OGM, avverte il PCI

Antonio Macera della direzione nazionale del Partito Comunista Italiano avverte che con la riforma costituzionale di Matteo Renzi, Maria Elena Boschi e Denis Vertini si passerà dalla forma di Stato regionale ad uno forma di Stato 'commissariale'.

Ci sono molti motivi per votare No il 4 dicembre al referendum costituzionale. Tra questi, c'è l'impedire che l'art. 117 della Costituzione esca "stravolto" dalla riforma Boschi, come spiega Antonio Macera della direzione nazionale del Partito Comunista Italiano.

"Le Regioni, attualmente titolari di competenze legislative concorrenti e su 'ogni materia non espressamente riservata alla legislazione dello Stato', con la Riforma Renzi/Boschi/Verdini saranno sottoposte al controllo commissariale del governo centrale. Su proposta del governo, infatti, 'la legge dello Stato può intervenire in materie non riservate alla legislazione esclusiva quando lo richieda la tutela dell'unità giuridica o economica della Repubblica, ovvero la tutela dell'interesse nazionale" sottolinea l'esponente del PCI.

"In buona sostanza, - conclude Macera - il principio autonomistico viene cancellato e con esso l'articolo 5 della Costituzione (che sta nella prima parte, quella che secondo i costituenti imbroglioni non verrebbe toccata) che aveva elevato tale principio da modello organizzativo a principio fondamentale dell'assetto costituzionale. Insomma, si passerà surrettiziamente dalla forma di Stato regionale, quale attualmente è l'Italia pensata dai costituenti del '48, ad uno forma di Stato 'commissariale' che non esiste in natura, una sorta di mostruoso OGM, quale è l'Italia pensata dalla triade sopra descritta".

© riproduzione riservata | online: | update: 03/11/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Referendum: riforma trasforma Stato in un mostruoso OGM, avverte il PCI
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI