le notizie che fanno testo, dal 2010

San Carlo Canavese: furti, rapine e spesa gratis, una famiglia arrestata

"Oltre 600 mila euro. A tanto ammonta il valore dei beni che i carabinieri della Compagnia di Venaria hanno sequestrato ad una famiglia di San Carlo Canavese", riferiscono in un comunicato i militari.

"Oltre 600 mila euro. A tanto ammonta il valore dei beni che i Carabinieri della Compagnia di Venaria hanno sequestrato ad una famiglia di San Carlo Canavese. Sono stati sottoposti a misure cautelari moglie e marito - viene riferito in una nota dall'Arma -, rispettivamente di anni 57 e 60, la figlia 36enne sottoposta all'obbligo di firma, e il marito 37enne attualmente detenuto in carcere."
I Carabinieri evidenziano: "Due persone sono ancora ricercate. Per tutti l'accusa è di aver commesso decine di furti, negli ultimi anni, in Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia e Toscana, di riciclaggio e di aver commesso due furti, divenute rapine, in danno di un supermercato di San Carlo Canavese."
Dalla Benemerita riferiscono quindi: "Esigevano di fare la spesa gratis perché erano convinti di essere al di sopra di tutti e della legge. L'attività investigativa ha permesso, inoltre, di recuperare il bottino, oltre 30.000 euro, tra monili, denaro e orologi, di un furto in un'abitazione a Borgone di Susa ai danni di persone anziane, assentatesi per recarsi al mercato rionale. Alla famiglia sono stati sequestrati tutti i beni e la lavanderia Self Service a Lanzo Torinese, utilizzata come copertura per riciclare i proventi delle loro attività illecite. Il decreto di sequestro anticipato dei beni, finalizzato alla confisca, quale Misura di Prevenzione Patrimoniale, emesso dal Tribunale di Torino - Sezione Misure di Prevenzione, è arrivato a conclusione di indagini patrimoniali, svolte dai carabinieri."
I militi spiegano infine: "Le indagini hanno consentito di rilevare come i componenti della famiglia disponessero di beni del valore del tutto sproporzionato rispetto al reddito percepito e dichiarato, tanto da far ritenere che i loro beni posseduti siano il provento di attività delittuose; beni 'ripuliti' attraverso il reimpiego in attività economiche lecite. Il sequestro riguarda una villa, un appartamento, tre auto, un autocarro e una lavanderia, tutti ubicati in provincia di Torino, il tutto per un valore complessivo stimato di circa 600 mila euro."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: