le notizie che fanno testo, dal 2010

Giustizia lenta: 3 anni di processo per furto di biscotti da 2 euro

Un uomo è da 3 anni, e non è ancora finità, sotto processo per un presunto furto di biscotti dal valore commerciale di circa 2 euro. E quanti ne sono stati spesi per dimostrare la sua colpevolezza (o innocenza)?

Che in Italia la giustizia sia lenta, troppo lenta, è risaputo, e anche per questo motivo spesso i cittadini onesti rinunciano a veder tutelati una parte dei loro diritti sapendo bene che forse la ragione non potrà arrivare né in tempi brevi né in tempi certi. Se poi ci si ritrova dall'altra parte della sbarra per 3 anni per un presunto furto di un pacco di biscotti dal valore di circa 2 euro, si comprendono ancora meglio i problemi che l'Italia deve prima o poi saper affrontare per poter assicurare ai propri cittadini una corretta giustizia sociale. Un uomo di circa 40 anni, infatti, fu sorpreso dagli uomini della sicurezza di un esercizio commerciale nel 2008 con i biscotti nascosti sotto la giacca, che immediatamente riconsegnò. Ma la denuncia scattò ugualmente. Nel maggio del 2010 viene assolto in primo grado, ma la Procura generale fece ricorso, mantre ora la Corte di appello ha annullato la sentenza per un vizio di forma. Prossima udienza, a novembre. Due euro di biscotti e chissà quanti invece spesi dietro ad un processo che non si sa ancora quando finirà.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# euro# furto# Italia