le notizie che fanno testo, dal 2010

Finto prete arrestato: unico ad aver rapinato gioielleria via Condotti

E' stato arrestato il finto sacerdote che la scorsa settimana aveva rapinato la gioielleria di Carlo Eleuteri in via Condotti. Anche se ammanettato, il rapinatore sembra però soddisfatto: "Nessuno lo aveva fatto prima di me".

Il finto prete che aveva rapinato, lo scorso 4 luglio, la gioielleria Eleuteri di via Condotti, è stato arrestato. E' un 38enne romano che la scorsa settimana era entrato travestito da sacerdote nella gioielleria tanto amata, tra gli altri, da Marta Marzotto, e dopo aver minacciato con una pistola (forse finta) le due commesse, poi chiuse in un bagno, aveva rubato valori per 500mila euro. Dopo aver esaminato le telecamere posizionate su via Condotti, i carabinieri sono riusciti a risalire al rapinatore, che sembra abbia dei precedenti per stupefacenti e rapina. L'uomo non avrebbe una fissa dimora e il reparto investigativo dei carabinieri l'avrebbe rintracciato in uno dei suoi alloggi temporanei sulla via Cassia. Il rapinatore è già stato trasferito nel carcere di Regina Coeli anche perché avrebbe confessato. Sembra infatti che il 38enne abbia affermato che comunque, nonostante sia andata male, rimarrà per "sempre l'uomo della rapina in via Condotti". "Mai nessuno lo aveva fatto prima di me" avrebbe aggiunto il rapinatore. Nell'appartamento non sarebbero stati ancora trovati né il vestito da sacerdote (non è chiaro se il travestimento fosse o meno voluto per il fatto che la gioielleria di Carlo Eleuteri è fornitrice della cosiddetta nobiltà "papalina") ma neanche il "bottino". Che sia uno "scherzo da prete"?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: