le notizie che fanno testo, dal 2010

Borgosesia (Vercelli): rapina a società di assistenza domiciliare, due arresti

"I militari dell'Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Borgosesia e quelli delle Stazioni Carabinieri di Borgosesia, Gattinara e Serravalle Sesia arrestavano un 56enne ferrarese ed un 25enne del luogo, entrambi residenti in Serravalle Sesia, perché responsabili, in concorso tra loro e con un 21enne di origine biellese pure residente in Serravalle Sesia, a sua volta deferita in stato di libertà, di rapina pluriaggravata e sequestro di persona in concorso", si informa in una nota dalla Benemerita.

"Alle ore 23:00 circa del 13 agosto, i militari dell'Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Borgosesia e quelli delle Stazioni Carabinieri di Borgosesia, Gattinara e Serravalle Sesia arrestavano un 56enne ferrarese ed un 25enne del luogo, entrambi residenti in Serravalle Sesia, perché responsabili, in concorso tra loro e con un 21enne di origine biellese pure residente in Serravalle Sesia, a sua volta deferita in stato di libertà, di rapina pluriaggravata e sequestro di persona in concorso" rendono noto dall'Arma.
"Alle ore 17:00 circa del 13 agosto, un uomo, travisato con un casco integrale da motociclista ed occhiali scuri, accedeva armato di pistola agli uffici della Società, ove era presente solo un collaboratore dell'impresa. Il malvivente, dopo aver minacciato l'infermiere per scongiurarne l'eventuale reazione, lo colpiva e lo rinchiudeva nel bagno. Si impossessava quindi della somma contante di 1.200 euro sottraendola dal portafogli del malcapitato, nonché all'interno dell'ufficio. Preso il denaro, il rapinatore si dava alla fuga a bordo di un'auto che lo attendeva all'esterno della ditta con due complici a bordo. Le immediate e serrate indagini condotte dai Carabinieri, attivati dallo stesso infermiere rapinato che era riuscito a liberarsi forzando la porta del bagno ed allarmando il 112, permettevano di individuare tempestivamente il sospettato, che di lì a poco veniva rintracciato e bloccato e, poco dopo, anche i due complici. Le abitazioni dei due uomini e della donna venivano sottoposte ad una minuziosa perquisizione, al termine della quale venivano rinvenuti gli abiti, il casco e gli occhiali indossati dal rapinatore per compiere il colpo, nonché l'intero bottino, che in parte era stato impacchettato ed occultato abilmente all'interno di una canna fumaria. L'arma, una pistola a salve replica di una pistola semiautomatica Beretta modello 92FS, da cui era stato rimosso il tappo rosso, veniva rinvenuta successivamente in una zona boschiva non lontana da Serravalle Sesia. I due arrestati, espletate le formalità di rito, venivano associati alla Casa Circondariale di Vercelli" fa sapere al termine la Benemerita.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: