le notizie che fanno testo, dal 2010

Chloe Ayling, modella all'asta nel deep web: il giallo del rapimento

Il rapimento della modella di 20 anni Chloe Ayling ha ancora dei contorni poco chiari. Stando al racconto della ragazza, il sequestro sarebbe avvenuto a Milano. L'obiettivo, vendere la modella all'asta nel deep web da un gruppo chiamato "Black death".

Giallo sul rapimento della modella inglese di 20 anni Chloe Ayling, nota finora soprattutto per i suoi scatti senza veli postati su Instagram. Stando al racconto della bionda Chloe Ayling, il 10 luglio scorso la modella è arrivata a Milano per partecipare a un servizio fotografico ed il giorno dopo è stata rapita nei pressi della stazione mentre si recava all'appuntamento. La giovane sostiene di essere stata bloccata da un uomo che le ha stretto il collo mentre un altro le iniettava qualcosa nel braccio.
Chloe Ayling dice quindi di essersi risvegliata in un portabagagli, ammanettata mani e piedi e con del nastro adesivo sulla bocca. La ragazza afferma quindi di essere stata sequestrata e tenuta in ostaggio per giorni in una baita in Piemonte, mentre veniva messa all'asta nel deep web da un gruppo che si fa chiamare "Black death". Criminali però con una morale. Quando infatti avrebbero scoperto che Chloe Ayling ha un figlio piccolo, hanno imposto al suo carceriere Lukasz Herba, 30enne di origine polacca che vive nelle Midlands, di liberarla. E così, sei giorni dopo il rapimento, Chloe Ayling e l'uomo che ha detto di averla rapita si sono presentati al consolato britannico di Milano. Il 30enne ovviamente è stato arrestato con l'accusa di sequestro di persona a scopo di estorsione, anche se non si capisce perché si sia consegnato e non abbia semplicemente rilasciato la ragazza.

Alla polizia Lukasz Herba avrebbe raccontato di lavorare con "tre rumeni di Birmingham" allo scopo di rapire giovani donne e chiederne poi il riscatto. In effetti, al manager di Chloe Ayling sarebbe arrivata una richiesta di 300mila euro.
Un po' diversa la ricostruzione della modella, poiché racconta che Herba le ha svelato di far parte l'organizzazione "Black death" che vanta di avere 10mila affialiti in tutto il mondo. Il gruppo rapirebbe le ragazze per rivenderle a ricchi mediorentali, incassando in questi anni milioni e milioni di euro. Lo stesso Lukasz Herba avrebbe guadagnato 15 milioni di euro in 5 anni, come rivela Chloe Ayling. Particolare in più che non fa comprendere perché l'uomo si sia costituito, sempre che non abbia avuto un moto di coscienza. Magari avuto quando Ayling e Herba hanno acquistato insieme delle scarpe, come immortalato dalle telecamere interne di un negozio.

© riproduzione riservata | online: | update: 07/08/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Chloe Ayling, modella all'asta nel deep web: il giallo del rapimento
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI