le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma: nomade tenta rapire neonato in metro Ponte Mammolo. 16enni la bloccano

Una nomade di 25 anni di origini bulgare avrebbe tentato di rapire un neonato nella fermata della metro B di Roma, stazione Ponte Mammolo. Ad evitare la tragedia, ed il sequestro, due ragazze 16enni del quartiere, che sentite le grido di aiuto hanno bloccato la nomade e restituito il piccolo alla madre.

Tentato rapimento ieri di un bimbo di 8 mesi nella metro B di Roma, stazione Ponte Mammolo. Stando a quanto riportano le cronache locali, una nomade di origini bulgare di 25 anni avrebbe tentato di rapire il figlio di una donna di 36 anni, in pieno giorno. Come da ricostruzioni, la mamma con il piccolo era appena scesa dalla metropolitana, diretta verso il capolinea dei pullman Cotral per tornare a Vicovaro, dove vive. Prima di salire sul pullman, però, la mamma si è fermata su una panchina per cambiare il pannolino al neonato. In un attimo, quella che poteva essere una tragedia: sembra infatti che la nomade si sia avvicinata velocemente alla panchina ed abbia preso il bimbo di 8 mesi per un piede e sia corsa via con il piccolo. La mamma, sotto shock, è riusciuta a gridare aiuto e in suo soccorso sono giunte due 16enni di San Basilio, che hanno rincorso e fermato la nomade, restituendo il neonato alla madre disperata. Le due giovani ragazze hanno quindi allertato la sicurezza della metropolitana che a sua volta ha chiamato i carabinieri. La nomade è stata quindi arrestata e nei suoi confronti è stata sporta denuncia per tentato sequestro di minore. La mamma del bimbo, in stato confusionale, è stata soccorsa poi sul posto da una ambulanza. Sembra che nel corso delle stessa mattina, la nomade era già stata segnalata per aver infastidito un'altra mamma con una carrozzina.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: