le notizie che fanno testo, dal 2010

Su siti di fact checking pubblicità di fake news: Google le rimuove

Il New York Times ha scoperto che su alcuni siti dedicati al fact-checking la pubblicità di Google AdSense rimandava a fake news.

Pubblicità che rimanda a fake news su siti che di organizzazioni che si occupano di fact-checking. Lo scandalo, se così si può chiamare, è stato scoperto dal New York Times che ha osservato come sui siti PolitiFact e Snopes, nati per smascherare fake news, la pubblicità di Google AdSense rimandava anche a notizie false.
I link indirizzavano gli utenti su pagine web che apparentemente sembravano articoli ma in realtà veicolavano messaggi pubblicitari.
Appena Google è venuto a conoscenza del fatto, ha assicurato di essersi attivato per rimuovere dalla sua piattaforma questi annunci. "Quando scopriamo pratiche pubblicitarie ingannevoli sulle nostre piattaforme agiamo in fretta, anche sospendendo gli account degli inserzionisti" si spiega da Mountain View. Google ricorda inoltre che "gli editori possono bloccare tipologie specifiche di pubblicità e inserzionisti".

© riproduzione riservata | online: | update: 18/10/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Su siti di fact checking pubblicità di fake news: Google le rimuove
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI