le notizie che fanno testo, dal 2010

Psoriasi ha natura sistemica: invade sfera intima e lavorativa

Il 10 marzo è stato presentato a Roma "nel corso di una conferenza stampa, i risultati del Progetto Daniele, primo studio, promosso da Abbott, che valuta l'impatto della psoriasi moderata-grave sulla qualità di vita del paziente".

Il 10 marzo è stato presentato a Roma "nel corso di una conferenza stampa, i risultati del Progetto Daniele, primo studio, promosso da Abbott, che valuta l'impatto della psoriasi moderata/grave sulla qualità di vita del paziente" come recita una nota dell'evento.
Lo studio mira a individuare come la malattia possa incidere non solo sulla vita privata del paziente ma anche sul suo lavoro.
Il Progetto Daniele, infatti, è uno studio multicentrico epidemiologico, condotto nel 2010 su 787 pazienti con diagnosi di psoriasi moderata/grave, di cui il 64% uomini e il 36% donne. Lo studio è stato condotto presso 29 centri dermatologici pubblici specializzati nella cura della psoriasi su tutto il territorio nazionale e ha svelato "la pervasività di una malattia che non fa sconti e condiziona l'intera vita del paziente fino ad invadere anche le sue sfere più intime e personali", come spiega Concetta Potenza, Direttrice UOC di Dermatologia ‘Daniele Innocenzi', I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Polo Pontino, Università degli Studi 'Sapienza' Roma.
Fabio Ayala, Direttore Clinica Dermatologica dell'Università Federico II di Napoli e Coordinatore dello Studio, spiega poi che "il progetto Daniele fornisce una fotografia della vita reale del paziente mettendone in evidenza aspetti inediti che riguardano soprattutto l'ambito lavorativo, sino ad ora mai preso in considerazione in altri studi in Italia".
I dati emersi dallo studio non sono "confortanti", come sottolinea sempre Ayala, visto che "il 40% dei pazienti affetti da psoriasi moderata/grave ritiene che la malattia abbia limitato seriamente le proprie aspettative e i progetti di lavoro e carriera. Per una persona su quattro (il 27%) la patologia ha penalizzato le opportunità di avanzamento professionale e circa il 22% afferma di aver subito penalizzazioni nelle proprie potenzialità di guadagno".
A farne maggiormente le spese le donne, anche se sono gli umoni a ricorrere più facilmente ad un aiuto psicologico.
La ricerca ha evidenziato come "ogni paziente ha in media quasi due comorbilità (1,7). Sul totale del campione l'artropatia psoriasica è la più diffusa ed è presente in un terzo della popolazione osservata (31,4%), seguita dall'ipertensione nel 29%, dall'iperlipemia nel 13% e dal diabete nel 10%. Tutte patologie che concorrono ad un forte aumento dei rischi cardiovascolari" come spiega la nota stampa.
Ornella De Pità, Primario del Laboratorio di Immunologia e Allergologia dell'Istituto Dermopatico dell'Immacolata (IDI) di Roma, sottolinea quindi come "il Progetto Daniele mette in luce la natura sistemica della psoriasi, che interessa l'intero organismo e necessita quindi di un approccio globale che vada oltre il sintomo cutaneo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: