le notizie che fanno testo, dal 2010

Processo breve: per Pdl è ostruzionismo "potenzialmente eversivo"

Ripartirà questa mattina il dibattito sul processo breve, dopo la lunga giornata di ieri finita solo in tarda notte per l'ostruzionismo delle opposizioni. Per il CSM il processo breve è una "potenziale amnistia" mentre per il Pdl questo ostruzionismo è "potenzialmente eversivo".

Ripartirà questa mattina il dibattito in Aula sul processo breve, dopo la lunga giornata di ieri finita solo in tarda notte per l'ostruzionismo delle opposizioni, che tenta con tutti i mezzi legittimi in possesso di protrarre il più possibile una legge da molti giudicata "ad personam" e addirittura come una "potenziale amnistia" dal CSM.
Ciò che non si vorrebbe far passare in particolare è la norma all'interno del processo breve, quella della cosiddetta "prescrizione breve", che rischia di far saltare uno, forse anche due, dei processi in corso del premier, oltre a centinaia di altri processi dove non è detto che l'imputato non sia colpevole. Durante la giornata di ieri sono stati presentati 200 emendamenti mentre i deputati del PD e dell'Italia dei Valori hanno chiesto di poter parlare per 5 minuti per precisare gli interventi del giorno prima. Il regolamento della Camera glielo consente e l'ostruzionismo è cominciato. La maggioranza se la prende allora con Gianfranco Fini, tacciandolo di non essere "super partes", ma anche con Rocco Buttiglione, Presidente di turno, che però avrebbe risposto che finché il regolamento "è così io lo applico". Il capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto affermerebbe addirittura che quello delle opposizioni è ostruzionismo "potenzialmente eversivo" (Rainews - http://is.gd/OgY0cO) mentre il segretario del PD Pier Luigi Bersani afferma che gli unici a doversi "vergognare" sono "loro", aggiungendo: "Vogliono anticipare il processo breve con un nuovo colpo di mano". Fini alla fine promette che se andrà avanti ancora come ieri ridurrà i tempi degli interventi mentre il vice capogruppo Pdl Massimo Corsaro assicura che si proseguirà "con il calendario previsto, e non ci sarà la fiducia sul processo breve".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: