le notizie che fanno testo, dal 2010

Privatizzazione Ferrovie dello Stato: governo non ha fiducia nel Cda che si dimette

Dopo l'annuncio dell'avvio del 40% di privatizzazioni in Ferrovie dello Stato, tutto il suo Consiglio di amministrazione ha rassegnato le dimissioni. A condurre in Borsa le FS sarà dunque un nuovo gruppo dirigente, poiché quello guidato da Michele Elia non aveva la fiducia di Palazzo Chigi.

Dopo l'annuncio dell'avvio del 40% di privatizzazioni in Ferrovie dello Stato, tutto il suo Consiglio di amministrazione ha rassegnato le dimissioni, come annunciato in una breve nota. A condurre in Borsa le FS sarà dunque un nuovo gruppo dirigente, poiché quello guidato da Michele Elia non aveva la fiducia di Palazzo Chigi. La scorsa settimana il premier Matteo Renzi aveva infatti convocato Elia e il presidente di Ferrovie, Marcello Messori, comunicando loro l'intenzione di anticipare il ricambio al vertice del gruppo. Il Cda non ha quindi potuto fare altro che rimettere il mandato secondo le volontà dell'azionista, il Ministero dell'Economia. Stando alle prime indiscrezioni, il successore di Elia potrebbe essere Renato Mazzoncini, attuale amministratore delegato di Busitalia, una controllata di Ferrovie.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: