le notizie che fanno testo, dal 2010

Ferrovie dello Stato: al via 40% di privatizzazione. Infrastruttura resta pubblica

Dopo Poste Italiane lo Stato privatizza anche Ferrovie dello Stato. Al termine del Consiglio dei Ministri Graziano Delrio spiega infatti che è stato approvato, in esame preliminare, un decreto relativo alla cessione di non oltre il 40% di quote della società Ferrovie dello Stato Italiane, precisando che "la proprietà dell'infrastruttura ferroviaria dovrà rimanere pubblica", nonostante sia proprio questa a pesare maggiormente sulle casse dello Stato.

Dopo Poste Italiane lo Stato privatizza anche Ferrovie dello Stato. Al termine del Consiglio dei Ministri Graziano Delrio spiega infatti che è stato approvato, in esame preliminare, un decreto relativo alla cessione di non oltre il 40% di quote della società Ferrovie dello Stato Italiane. Il decreto verrà inviato alle Commissioni parlamentari competenti al fine di acquisire i pareri previsti. Il decreto (dpcm), viene spiegato in una nota di Palazzo Chigi, "regolamentata l'alienazione di una quota della partecipazione nella società non superiore al 40%, disponendo che tale cessione - che potrà essere effettuata anche in più fasi - si realizzi attraverso un'offerta pubblica di vendita rivolta al pubblico dei risparmiatori in Italia, inclusi i dipendenti del Gruppo Ferrovie dello Stato, e a investitori istituzionali italiani e internazionali, e quotazione sul mercato azionario". Il ministro dei Trasporti Delrio precisa che la decisione di privatizzare il gruppo è stata presa tenendo "presente la complessità della gestione delle FS e la necessità di aumentare gli obblighi di servizio pubblico, quali alta velocità e servizi per i pendolari", sottolineando che "la proprietà dell'infrastruttura ferroviaria dovrà rimanere pubblica", nonostante sia proprio questa a pesare maggiormente sulle casse dello Stato.
Si avvia così formalmente il processo orientato alla cessione parziale delle Ferrovie dello Stato, parte del piano di privatizzazioni del Governo che ha recentemente portato in Borsa Poste Italiane e prevede anche la quotazione di Enav per la prima metà del 2016. La privatizzazione di FS è prevista nel corso 2016, compatibilmente con le condizioni del mercato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: