le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai 3, Tgt RegionEuropa 8 novembre: la difesa delle privacy

"La difesa delle privacy: riparte da questo tema la tredicesima edizione di 'RegionEuropa', il settimanale della Tgr curato da Dario Carella con la collaborazione di Antonio Silvestri, in onda domenica 8 novembre alle 11.30 su Rai3 e in live streaming ai siti www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.blog.rai.it", viene esposto in un comunicato dalla tv pubblica di Stato.

"La difesa delle privacy: riparte da questo tema la tredicesima edizione di 'RegionEuropa' - rendono noto dalla tv pubblica -, il settimanale della Tgr curato da Dario Carella con la collaborazione di Antonio Silvestri, in onda domenica 8 novembre alle 11.30 su Rai 3 e in live streaming ai siti www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.blog.rai.it. In sommario, un'intervista esclusiva realizzata da Dario Carella a Bruxelles con il professor Giovanni Buttarelli, Garante europeo sulla privacy e la protezione dei dati personali, e già Garante delle privacy in Italia per molti anni."
"Le sfide globali del 'Big Data', l'accordo in discussione fra Unione Europea e Usa, e la profilazione degli utenti e dei consumatori che acquistano online, stanno portando alla luce problematiche inesplorate, invasive della privacy, e l'Europa non può affrontarle con strumenti vecchi, afferma Buttarelli spiegando che, attraverso una grande consultazione, l'Autorità europea per la privacy intende presentare alle Istituzioni dell'UE un quadro di regole che garantiscano l'informazione giornalistica ma che comprendano anche una difesa della privacy non invasiva, diritti chiari per gli acquisti o line, e metodi di profilazione dei dati che siano utili solo in alcuni campi, come quello della ricerca medico scientifica" si prosegue.
"In primo piano anche il programma Horizon 2020, il più importante finanziato dalla Commissione Europea per la ricerca: c'è infatti una nuova misura per le Piccole e Medie Imprese sintetizzabile in una maggiore attenzione al mercato: a 'RegionEuropa' intervengono Marco Malacarne, capo Dipartimento della Commissione Europea, e due imprenditori i cui progetti sono stati finanziati. In sommario anche un servizio sugli Open Days 2015, l'appuntamento europeo in cui le regioni e gli enti di governo territoriale illustrano le loro migliori pratiche: tra i temi, lo sviluppo delle due macroregioni ionico adriatica ed alpina, guidate rispettivamente da Marche e Lombardia. Ne parlano i presidenti di Emilia Romagna Bonaccini, del Friuli Venezia Giulia Serracchiani, dell'Abruzzo D'alfonso, delle Marche Ceriscioli, della Lombardia Maroni della Puglia Emiliano ed Enrico Maythofer per la Conferenza delle Regioni periferiche marittime d'Europa. Altro tema, il dialogo interreligioso anche in vista del Giubileo, sul quale interviene il Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo Antonio Tajani. Per finire un'occhiata alla produzione vinicola 2015 che si presenta come un'eccellente annata italiana sul mercato europeo e mondiale di cui parla il presidente di Fedagri e dell'Alleanza delle cooperative agricole, Giorgio Mercuri, secondo il quale è importante che i fondi per la promozione siano spesi efficacemente e che si riesca a cogliere l'opportunità offerta dall'Unione, di poter aumentare la produzione dell'un per cento dal 2016. Anche se c'è il rischio che voglia annoverare il vino tra gli alcolici che debbono inserire in etichetta il rischio di nocività, senza favorire, invece, etichette che aiutino il consumatore a scegliere chiarendo i contorni territoriali delle produzioni e la serietà dei produttori" viene comunicato in ultimo nella nota.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: