le notizie che fanno testo, dal 2010

Empoli: call center con 268 operatori irregolari. Arriva la Finanza

Erano quasi tutti "giovani dell'empolese-valdesa" i 268 operatori "irregolari" dei due call center di Empoli. Le Fiamme Gialle della Compagnia di Empoli insieme agli ispettori dell'INPS di Firenze hanno accertato che non erano di fatto "collaboratori a progetto".

Se le nuove generazioni non riescono a crearsi una famiglia e vedono un futuro assolutamente precario non è solamente per l' ormai "perenne" crisi finanziaria o per gli "assalti quotidiani" dei "cattivi" mercati finanziari. E' anche colpa del "malcostume" tutto italiano nei confronti delle leggi e dello Stato. E' di questi giorni la notizia che la Guardia di Finanza, Comando Provinciale di Firenze, ha accertato che due call center di Empoli (ma con il medesimo amministratore) hanno impiegato tra il 2008 ed il 2011 ben 268 operatori-centralinisti in modo irregolare. Le verifiche delle Fiamme Gialle della Compagnia di Empoli hanno portato a scoprire le posizioni irregolari di questi lavoratori che, sottolinea la nota, erano quasi tutti "giovani dell'empolese-valdesa" e inquadrati come "lavoratori a progetto". Il loro lavoro era quello di commercializzare, in turnazione continua, le "solite" promozioni per luce, gas, telefono, ecc. Ma le loro mansioni, come ha accertato la Guardia di Finanza, "erano erano in realtà prive dei requisiti previsti dalla normativa sui rapporti di 'collaborazione a progetto' ed, in primo luogo, quello dell'autonomia", come si legge nella nota. Le Fiamme Gialle della Compagnia di Empoli e gli ispettori dell'Inps di Firenze hanno quindi accertato come questa "collaborazione a progetto" fosse quindi "un mero espediente per sottrarsi al pagamento degli oneri contributivi dovuti all'Inps". In soldoni, come si legge ancora nella nota diffusa dalla Guardia di Finanza "sono stati omessi versamenti di contributi pari ad oltre 251.000 euro e di ritenute per 7.000 euro. Inoltre le due società non hanno dichiarato ricavi per oltre 84.500 euro, omesso di versare IVA per 3.600 euro ed IRAP per 6.700 euro".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: