le notizie che fanno testo, dal 2010

Brunetta e il "matrimonio precario". Il bluff del ministro

Renato Brunetta si è sposato. A Ravello, sulla Costiera Amalfitana, si erano però radunate diverse centinaia di precari che avevano l'intenzione di "guastare la festa" al ministro, che però ha giocato d'anticipo.

Renato Brunetta ha tirato un bello scherzo a tutti quei manifestanti, precari da una parte e poliziotti del Coisp e cassintegrati della Irisbus dall'altra, che si erano organizzati, anche attraverso Facebook, a rovinare a suon di slogan e sfottò il giorno più bello del ministro della Funzione pubblica. Nel pomeriggio del 10 luglio, in attesa del fatidico "sì" che Brunetta avrebbe pronunciato non solo davanti alla sua futura moglie Titti ma di fronte a diversi colleghi del governo (tra cui i due suoi testimoni Sacconi e Cicchitto), si sono infatti radunati nei pressi di Villa Rufolo, a Ravello, sulla Costiera amalfitana, diverse centinaia di precari (la situazione lavorativa era purtroppo comune) per "guastare la festa". Una manifestazione pacifica, in attesa delle 19:30, orario fissato per il matrimonio, arricchita solamente da striscioni, come quello dei Cobas, dove si leggeva "la crisi sia pagata da chi l'ha provocata" e frasi del tipo "Siamo l'Italia peggiore, abbiamo un sogno nel cuore, Brunetta a San Vittore", "L'Italia peggiore siete voi" o "Brunetta fannullone". La puntalità del ministro Brunetta è nota un po' a tutti, e quindi già alle 19:35, quando davanti a Villa Rufolo non si vedevano nemmeno da lontano né gli sposi né gli invitati, il sospetto è cominciato a montare. Ma solo alle 19:50 arriva l'annuncio che il matrimonio non si farà più a Villa Rufolo. I manifestanti cominciano a disperdersi un po' delusi, soprattutto quelli dei cassintegrati della Irisbus, azienda del gruppo Fiat-Iveco con sede in Flumeri (Avellino) "dove a causa dell'avvenuta cessione dell'azienda ci sono 700 posti di lavoro a rischio", come riporta il Corriere della Sera, e i poliziotti del sindacato Coisp, con tanto di sagome di agenti su cui troneggiava la scritta "ci avete pugnalato alle spalle". Mentre la protesta scemava, Renato Brunetta era all'hotel Caruso a ricevere gli ospiti, ma solo verso le 22:00 il bluff del ministro è stato rivelato per intero. Ad annunciare che "Brunetta si è regolarmente sposato a Villa Rufolo la scorsa notte (domenica 10 luglio, ndr), cinque minuti dopo la mezzanotte" è stato infine l'ex sindaco di Ravello, Secondo Amalfitano, mentre la festa a base di pesce, pizza e mozzarella continua per tutta la notte. A rimanere a "bocca asciutta", come spesso avviene, solo i precari.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: