le notizie che fanno testo, dal 2010

Giannino: pronto a ritirare candidatura per battere destra e sinistra

Dopo la "gaffe" sul master mai preso a Chicago e le dimissioni di Luigi Zingales, uno dei fondatori di Fare per fermare il declino, Oscar Giannino annuncia di essere pronto ad un passo indietro e ritirare la sua candidatura "pur di consentire alla lista di avere successo contro la vecchia destra e la vecchia sinistra".

Dopo le dimissioni di uno dei fondatori di Fare per fermare il declino, Luigi Zingales , a causa di un "master" inestitente dichiarato dal leader Oscar Giannino, la Direzione Nazionale del partito viene convocata "in sede da comunicarsi la mattina del giorno 20 febbraio 2013", come infroma in una nota. La Direzione Nazionale, in attesa della riunione, sottolinea comunque che verranno moltiplicati "gli sforzi per poter garantire al Paese la possibilità di andare nelle urne segnando un significativo voto di discontinuità col passato". E questo nonostante Oscar Giannino si dica pronto a fare un passo indietro, per il bene di Fare per fermare il declino. Nel corso di una intervista a Messaggero Tv, Oscar Giannino, dopo che gli si domanda su un possibile ritiro della candidatura, risponde infatti: "Non penso che sia una cosa tecnicamente possibile, però sono pronto a tutto, pur di consentire alla lista, cui ho messo a disposizione tutto quello che ho fatto nella mia vita, di avere successo contro la vecchia destra e la vecchia sinistra". Giannino precisa quindi che la convocazione della Direzione Nazionale di Fare per fermare il declino è stata chiamata proprio "per valutare ulteriormente questa vicenda che è di ostacolo - aggiunge - al nostro volo e che è fonte per me di grande amarezza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Luigi Zingales# Nazionale# Oscar# Paese# sinistra# volo