le notizie che fanno testo, dal 2010

Pneumatico omnidirezionale per auto? Liddiard Wheels vs Goodyear Eagle-360

E se un'auto si potesse parcheggiare muovendola "di lato"? Grazie alle Liddiard Wheels la retromarcia "a compasso" per posteggiare sarà un'acrobazia automobilistica del passato. Un inventore canadese reinventa la ruota omnidirezionale che si può montare su normali auto di serie. E non sono una palla come le Goodyear Eagle-360.

Un inventore di origine canadese ha prodotto nella sua officina di fortuna (perché in realtà lui di mestiere non fa il ricercatore, ma il camionista) il primo paio di ruote omnidirezionali "plug and play". Probabilmente chi non è di casa nel mondo della robotica e dei piccoli automi, non potrà comprendere immediatamente il senso delle ruote omnidirezionali. In realtà un senso vero e proprio queste ruote non ce l'hanno, come spiega già il nome, dato che possono "rotolare" avanti e indietro (come una comune ruota dai tempi di Unga Munga) ma anche di lato.

In questo modo alcuni robot (chi si ricorda Uranus?) e qualche macchina militare sperimentale (anche se il concetto di ruota omnidirezionale non è di certo recente) possono evitare di "ruotare" per assumere delle posizioni altrimenti impossibili, o molto difficili, da raggiungere con una classica ruota. Si pensi ad un parcheggio: tra una fila di auto, se ci si potesse accostare "parallelamente" al posteggio libero, grazie alle ruote omnidirezionali, si potrebbe spostare l'auto semplicemente di lato per "infilarsi" tra le macchine, senza le solite mille manovre.

Le Liddiard Wheels, questo il nome delle nuove ruote, promettono quindi di rivoluzionare il mondo dei pneumatici permettendo di far andare la macchina anche "di lato", con tutto ciò che ne comporta. Dai parcheggi paralleli a delle manovre che paiono il surplace di un ciclista. L'inventore William Liddiard ha pubblicato da circa un mese un unico video su Youtube che si intitola semplicemente "non avete mai visto un'automobile fare questo", collezionando oltre due milioni di visite.

Nel video si vede la sua Toyota Echo che si muove come se fosse montata su un piedistallo meccanico, solo che è davvero in un vialetto privato e si può osservare, senza ombra di dubbio, la funzionalità originale di queste ruote omnidirezionali. L'invenzione di Liddiard consiste in pratica nel far rotolare lo pneumatico di lato con delle piccole ruote, come se fosse una ciambella.

Lo pneumatico si comporta come una "vecchia" camera d'aria che viene ruotata attivamente quando deve funzionare in modalità "omnidirezionale" ed invece diventa "statica" quando rotola come un comune pneumatico. L'inventore spiega come ci abbia lavorato su nel tempo libero, con pochi soldi e il poco materiale a disposizione, ma come alla fine "ci sia riuscito" a creare una ruota omnidirezionale da montare su una macchina di serie senza alcuna modifica, e non a progettare una ruota omnidirezionale per poi costruirci una macchina intorno.

La frecciata di William Liddiard è probabilmente rivolta alla Goodyear per lo pneumatico Eagle-360 di cui avevamo già parlato (leggi "Goodyear Eagle-360: lo pneumatico diventa sferico e biomimetico, ma è solo una palla"). La ruota omnidirezionale prodotta dalla multinazionale è infatti un "concept" talmente concettuale da rasentare la fantasia. La Goodyear Eagle-360 è uno pneumatico a sfera che, ovviamente, non può essere montato su una Panda, a meno di non farla diventare una macchina a bilanciere dei Flintstones.

Come spiega sulla sua pagina Facebook dedicata alle Liddiard Wheels, l'inventore canadese cerca di vendere il brevetto ad una grossa azienda sperando che le nuove ruote omnidirezionali possano essere usate in tutti gli ambiti: dalle carrozzelle tecnologiche per disabili alle nuove driveless car. Che magari potranno schivare, con l'Autopilot, i Tir spostandosi semplicemente di lato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: